Intervista all’assessore del VII municipio Santino D’Ercole

Il punto su ambiente e viabilità
di Alessandro Moriconi - 16 Novembre 2008

Assessore, a sei mesi dall’insediamento possiamo fare un primo bilancio?
 
Per quanto riguarda il lavoro fatto con i responsabili del Servizio Giardini e dell’Ama del nostro Municipio, devo dire di essere molto soddisfatto, anche se i Dipartimenti mi impongono di non avere contatti diretti con loro… tutto ma proprio tutto deve passare dai Dipartimenti, è in sostanza un decentramento ancora monco e per di più vigilato, con la conseguenza di avere ogni giorno decine di cittadini che vengono nel mio assessorato a lamentarsi, arrivando a volte anche a minacciare verbalmente gli impiegati per le risposte che non siamo in grado di dare alle loro segnalazioni.
 
Può farmi qualche esempio per meglio comprendere questa situazione che lei definisce "anomala" e tipica dello "scaricabarile"?
 
Certamente, prendiamo in esame la situazione a dir poco sconcertante dello stato di abbandono in cui versa lo square centrale di viale Togliatti nel tratto che va da via Prenestina a via Casilina, meglio conosciuto come "Corridoio della Mobilità". Dal giorno dopo aver ricevuto la delega mi sono attivato con tutti gli uffici competenti ad iniziare da Atac, Ama e servizio giardini di zona, ricevendo solo risposte laconiche ed evasive sulla reale competenza manutentiva dell’area in questione.  In ottobre sono passato alle richieste in forma scritta e, visto il silenzio assoluto, il 5 novembre ho effettuato un sollecito.
 
Assessore, dunque Lei ci dice che gli Assessorati Comunali non funzionano?
 
Non posso certo fare una affermazione così pesante perché suppongo che anche per loro sia necessario un certo periodo di rodaggio, posso però affermare che fino ad ora  le richieste fatte dal nostro Municipio difficilmete hanno trovato una risposta e spesso, come nel caso della Togliatti, al Dipartimento non trovano neanche la nostra richiesta.
 
Per quanto concerne la viabilità nel VII municipio cosa c’è in cantiere?
 
Abbiamo in cantiere il rifacimento totale della segnaletica orizzontale. Abbiamo iniziato da via dei Ciclamini e per farla durare più a lungo stiamo utilizzando un nuovo tipo di vernice. Stiamo poi verificando la possibilità di realizzare alcuni sensi unici e dopo aver ricevuto l’ok del comando del gruppo dei vigili urbani, stiamo per realizzare quelli di via G. Arcangeli e via V. Cesati per i quali abbiamo ricevuto la richiesta di centinaia di cittadini residenti.
 
Cosa gli servirebbe per dichiararsi soddisfatto del suo operato?
 
Ovviamente una maggiore disponibilità di risorse economiche ed umane, accompagnati però da un decentramento reale delle competenze, del resto basta andare a vedere la bonifica e la sistemazione dell’area antistante il Centro Carni per verificare quello che sono in grado di fare i servizi decentrati sul territorio, in quel caso con il contributo dell’AGS di Porta Portese Est. Le risorse economiche sono indispensabili, con quelle attuali non riusciamo neanche ad eliminare i pericoli derivanti dai recenti nubifragi che tanti danni hanno fatto anche sul nostro municipio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti