La città dell’acqua e del benessere

Il Tar annulla la gara
Enzo Luciani - 17 Marzo 2009

Tutto da rifare per la costruzione della "città dell’acqua e del benessere" presso l’ex Velodromo capitolino. Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dalla società Leonardo Srl, che raggruppa un’Ati di imprese, esclusa dal concorso per la progettazione della "città". La gara se l’era aggiudicata la Tech Ing. Srl. Ma per i giudici amministrativi della III sezione bis del Tar, la partecipazione alla commissione di un architetto che "non avrebbe potuto far parte della commissione in quanto, nella qualità di soprintendente per i beni culturali e ambientali del Comune di Roma, aveva preso parte al procedimento per l’apposizione del vincolo al velodromo dell’Eur, ossia a un bene rientrante nella’ambito della progettazione che è stata oggetto del concorso in questione" è stata determinante per l’annullamento degli atti di gara.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti