La Prenestina bis “è priva della valutazione di impatto ambientale”

Comitato Quartiere T3T-Frontisti Via dei Berio - 21 Giugno 2015


Riceviamo e pubblichiamo

Venerdì 19 giugno, dopo aver richiesto in data 1° giugno 2015 di poter visionare gli atti relativi alla V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale) della Prenestina bis, siamo stati convocati dall’ing. Pellegrini all’Assessorato in via Petroselli.

L’ing. Pellegrini ci ha informato che la Prenestina bis non rientra nell’obbligo del V.I.A  perché il suo tracciato e inferiore a 1500 m, (partendo da Quarticciolo ed arrivando alla rotonda di via Longoni, poiché il tratto Longoni – GRA che è stato realizzato da un privato, non rientra nel computo.

Lavori Prenestina BisAbbiamo chiesto di conoscere le opere compensative, che il Comune di Roma intende fare: la risposta è stata quella di una barriera di alberi, (legata ai fondi del Giubileo, di fatto ancora da assegnare al Comune di Roma). Alla nostra richiesta dell’asfalto fonoassorbente non c’è stato alcun riscontro, se non che ogni anno deve avere una manutenzione specifica per svolgere bene la loro funzione.. Poi per le barriere leggere a copertura esiste un vincolo di altezza minima da rispettare, m 5,50.

Dopo questa rapida riunione abbiamo sostenuto che avremmo verificato le misurazioni, perché l’ing. Pellegrini insiste nel dichiarare che le case di via dei Berio sono a oltre i 100 m dalla strada, mentre sono solo a 40-50 m. circa, dal ciglio della trincea alle case.

Abbiamo verificato sulla cartina: la distanza da Quarticciolo a via Longoni è superiore a 1500 m, arriva ad oltre 1.800, per cui chiediamo di conoscere la comunicazione del Comune alla Regione  dove si evince che la Prenestina bis in costruzione e inferiore a 1500 m.

Tutti i cittadini possono andare su google-map e verificare la non veridicità di quello che sta scritto sulle carte.

Cosa chiedono quindi  i cittadini frontisti di via dei Berio:

1) Asfalto fonoassorbente per il tratto da via Staderini a via di Tor Tre Teste

2) Copertura leggera per almeno i primi 150/200 m

3) Creazione nel relitto di terreno laterale alla strada verso via dei Berio di un boschetto con varie essenze (40 m. x 230 m)

I cittadini frontisti di via dei Berio sono stati traditi e sacrificati due volte:

-la prima volta perché non si è rispettato l’odg n°9 del 14.10.2009 del Municipio Roma VII (oggi Roma V) che richiedeva il tunnel sino a via di Tor Tre Teste.

-la seconda volta perché con artifici progettuali non si è richiesta la Valutazione di Impatto Ambientale, venendo meno anche alla Risoluzione n. 7 del 12.4.2011, dell’ex Municipio Roma VII che prevedeva interventi di adeguamento impatto ambientale.

Dal tunnel si propagherà aria fortemente inquinata in tutta via dei Berio (polveri sottili, pm10, idrocarburi, benzene), il rumore si propagherà per effetto del tunnel e della trincea che farà da cassa di risonanza. Se avessimo avuto la V.I.A.: avremmo i dati scientifici di questo futuro scenario.

Stiamo organizzando come Comitato, un gruppo per dare incarico ad un avvocato, disposto a rappresentare gli interessi legittimi dei frontisti contro il Comune di Roma, anche se siamo ancora convinti che le nostre richieste possano essere accolte con senso di responsabilità e buon senso.

Comitato Quartiere T3t-Frontisti via dei Berio
G. Liberotti

 

Gioielleria Orologeria Argenteria Licata

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti