La spesa sospesa sempre più affollata

Nonostante l'annuncio dei tanti miliardi in arrivo, cresce il disagio sociale, come dimostrato dalla crescita della richiesta di viveri
Aldo Zaino - 16 Maggio 2020

A sentire gli annunci trasmessi dalla TV e riportati da quotidiani dei tanti miliardi stanziati dal Governo  per  la cassa integrazione, contributi per i commercianti e artigiani, per i ceti più bersagliati dalla crisi non si capisce dove vadano a finire.

Questa riflessione si basa sul fatto che dai contatti telefonici con diversi amici che hanno la partita IVA, ho appreso che solo una minima parte di conoscenti sono riusciti ad avere qualche contributo.

La gravità della crisi è testimoniata anche da queste foto che ritraggono le persone che sono fila nei pressi del mercato coperto di Centocelle in Piazza delle Iris, V Municipio di Roma Capitale, per ritirare di nuovo “la spesa sospesa”. Un’iniziativa alla quale partecipano persone di buona volontà che donano prodotti alimentari alle famiglie in difficoltà a causa del coronavirus.

Fresco Market
Fresco Market

A questa iniziativa contribuiscono volontari di diverse Associazioni che si occupano del ritiro e della distribuzione della merce raccolta e distribuita con le dovute cautele, mascherine e guanti.

È auspicabile che il 18 maggio, con la riapertura della maggior parte delle attività, le persone si comportino secondo le disposizioni per la propria salvaguardia e di quella delle altre persone. Altrimenti il mondo dei poveri aumenterà vertiginosamente.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti