La Virtual Race Trofeo Città di Telesia nel Parco di Centocelle

Grande domenica sportiva il 28 giugno 2020 con gli atleti del G. S. Atletica Villa De Sanctis che hanno corso virtualmente la 10 km
Aldo Zaino - 29 Giugno 2020

Domenica 28 giugno 2020, nel Parco di Centocelle come spettatore e inviato dalla Redazione di AbitareaRoma.it ho assistito al sesto e ultimo incontro (periodo estivo) organizzato dall’Atletica Villa De Sanctis, uno dei Gruppi sportivi più numerosi del V Municipio di Roma Capitale. Il suo presidente Adalberto Sabatella, ha ringraziato i collaboratori, in modo particolare il tecnico FIDAL Massimo Bartoletti, che hanno contribuito a realizzare il progetto “Allenamento di Gruppo in Sicurezza” nel Parco di Centocelle.

Questi appuntamenti ha precisato Sabatella, sono stati importanti perché negli allenamenti, nella corsa e nella ginnastica si è voluto esaltare oltre all’aspetto sportivo, quello di un ritorno alla normalità e al benessere degli atleti e di tutti quelli che hanno deciso di unirsi al gruppo sportivo nei sei appuntamenti.

Io scrivente, anche socio dell’Atletica Villa De Sanctis, il 28 giugno ha avuto modo di rendersi conto dei probabili cambiamenti che il mondo del podismo subirà se il mondo scientifico non riuscirà a trovare un vaccino adeguato per sconfiggere questo maledetto virus.

Fresco Market
Fresco Market

Grazie all’intraprendenza degli atleti del Villa De Sanctis, nell’ultimo incontro nel Parco di Centocelle oltre al tradizionale allenamento di Gruppo gli atleti presenti hanno corso una corsa virtuale: la “Virtual Race” Trofeo Città di Telesia – 10 km.  Un nuovo modo per vivere le gare sempre con l’entusiasmo, passione e impegno, nonostante gli attuali impedimenti.

Per partecipare alle gare virtuali ci si può iscrivere singolarmente in una chat predisposta dagli organizzatori, si può scegliere un percorso a piacere in qualsiasi luogo “paese e città Italiani” si può correre entro le 24 ore del giorno stabilito dagli organizzatori, la gara termina alla conclusione dei 10 km percorsi di ogni singolo concorrente. Una volta raggiunta la distanza stabilita, s’invia il report della prestazione nella medesima chat.

Certo non si possono fare dei paragoni sui tempi di percorrenza perché c’è la differenza del percorso, per chi decide di correre in pianura e chi in salita, ma al di la del tempo, per tutti si tratta di un’occasione per cogliere la bellezza nelle cose che ci circondano, e questo è una “nuova formula d’apprendimento” per riscoprire la natura, la famiglia, l’amicizia, il tempo.

Lo sport è senza dubbio un traino per cercare d’invogliare tutti a riappropriarsi della propria sicurezza dopo il lockdown.  Rappresenta anche un’occasione per rivitalizzare il proprio quartiere in concordia.

Poiché fra gli atleti e i praticanti degli sport non ci sono rivalità e distinzioni fra religioni, opinioni politiche, nazionalità a tutti è offerta l’occasione di tranne vantaggi di sostentamento morale.

Soprattutto nel momento storico che stiamo vivendo, non deve essere teso a premiare la competizione e andando alla ricerca del risultato. Oggi lo sport riscopre la sua eccellenza, come momento di condivisione costruttiva, di ripresa e di messa in circolo di emozioni, attenendosi sempre alle istruzioni che ci sono impartite, come la mascherina e altro.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti