Marroni: nel Lazio 5.324 detenuti, carceri vicine al limite

Presente nelle carceri della regione il 10 per cento totale della popolazione carceraria italiana
Da Dire Lazio - 30 Settembre 2008

 “Sono 5.324 i detenuti presenti nelle carceri del Lazio, il 10% totale della popolazione carceraria italiana. Siamo ben al di sopra della capienza giusta e tollerabile delle strutture e poco al di sotto della soglia del limite massimo”. Questo l’allarme lanciato stamani dal Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, intervenuto durante una conferenza stampa il 29 settembre 2008 sui provvedimenti della giunta Marrazzo a sostegno della popolazione carceraria.

“La condizione delle carceri del Lazio varia di istituto in istituto – spiega Marroni – In brutte condizioni, ad esempio, sono gli istituti penitenziari di Cassino e Latina. A Velletri, Frosinone e Viterbo le carceri sono vivibili mentre a Rieti c’è una prigione nuova di zecca ma vuota per mancanza di personale. Civitavecchia, infine, è vivibile ma sovraffollata mentre a Roma la situazione è differenziata”.

In particolare Rebibbia conta complessivamente 2.039 detenuti così ripartiti: 1.407 nel nuovo Complesso, 258 in Rebibbia I°, 345 nella Casa circondariale femminile e 29 del III° Complesso. Regina Coeli ospita, poi, 952 detenuti seguita, fuori dalla Capitale, da Viterbo (570), Civitavecchia nuovo complesso (452), Frosinone (441), Velletri (364), Cassino (209), Latina (193) Civitavecchia vecchio complesso (50), Rieti (45) e Paliano (43).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti