Molti bambini non hanno il posto all’asilo ed alla materna nel XIII

Il caso di via Mar dei Coralli ad Ostia
di Francesca Romana Antonini - 7 Settembre 2009

“Per l’anno scolastico 2009/2010 i bambini residenti nel Municipio XIII in lista di attesa e pertanto esclusi dalle graduatorie negli asili nidi comunali e dalle scuole dell’infanzia perché il Comune non dispone di strutture scolastiche pronte a soddisfare tutte le richieste di iscrizione, superano le mille unità.” – inizia così in una sua nota Federico Siracusa, Vice Presidente del Consiglio del Municipio XII e Capogruppo Italia dei Valori Municipio XII.

“In un contesto così grave – afferma Federico Siracusa – per la cronaca mancanza di strutture scolastiche dedicate alla prima infanzia, è stupefacente l’intervento del Comune di Roma che ha manifestato l’intenzione di voler sfrattare dai locali di Via Mar dei Coralli, n. 2, la “Cooperativa sociale integrata Mar dei Coralli”, che dal 1996 lavora sul territorio di Ostia per cercare di favorire l’inserimento socio lavorativo di persone svantaggiate, con particolare riguardo a persone con handicap psichico”.

“Infatti la decisione del Comune di Roma – prosegue Siracusa – avrebbe potuto avere un senso qualora l’intervento fosse stato motivato dalla volontà di dedicare nuove strutture comunali alla scuola dell’infanzia o alla realizzazione di nuovi asili nido comunali, ma nulla di tutto ciò sembra profilarsi all’orizzonte.
Dietro lo sfratto della Cooperativa sociale non ci sarebbe l’intenzione di aumentare l’offerta di posti disponibili nelle scuole dedicate alla prima infanzia ma la volontà di creare una struttura di accoglienza per soggetti con forti disabilità mentali, che non potendo essere dimessi direttamente dall’ospedale Grassi di Ostia verrebbero temporaneamente ospitati in questa struttura.”

“A questo punto – conclude Federico Siracusa – intorno a questa situazione sorgono spontanei, alcuni importanti ed inquietanti interrogativi:
– è opportuno riconvertire la struttura di Via Mar dei Coralli per ospitare una delicatissima struttura ospedaliera considerato che nel giardino adiacente è presente la scuola dell’infanzia comunale “Stella del mare” di Via Mar dei Coralli, n. 22?
– non è forse preferibile riconvertire la struttura di Via Mar dei Coralli in una scuola, ampliando così l’offerta di posti disponibili delle scuole dell’infanzia o degli asili nido?
– il Comune di Roma ed il Municipio XIII si sono preoccupati di non disperdere il patrimonio di conoscenze e di lavoro creato dalla Cooperativa che attualmente occupa la struttura?
– E’ stata individuata una sede alternativa per la Cooperativa di Via Mar dei Coralli?"


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti