No al parcheggio sotterraneo in in via Raffaele Stern

Comitati Flaminio: Una costruzione assurda per 5 motivi
Enzo Luciani - 7 Novembre 2011

In piazza Perin del Vaga, per iniziativa dei Comitati Flaminio, un gruppo di cittadini si è riunito per ribadire il suo no alla costruzione di un parcheggio sotterraneo in via Raffaele Stern. Una costruzione assurda per diversi motivi.

Primo: l’inutilità obiettiva, data l’esistenza di altri parcheggi in zona, di una simile opera in via Raffaele Stern.
Secondo: la grave compromissione che quella realizzazione comporterebbe per la stabilità, già problematica, dei vecchi palazzi circostanti.
Terzo: il pericolo che deriverebbe, in quel sito particolare, da una eventuale esondazione del vicinissimo Tevere.
Quarto: il trapianto (che, secondo gli esperti, significherebbe la morte) dei lecci ottuagenari che sorgono in quella via Gerolamo Muziano nella quale verrebbe realizzato l’ingresso del parcheggio.
Quinto: la sopraggiunta impossibilità di creare, nel piccolo gioiello di piazza Perin del Vaga, quell’isola pedonale già prefigurata dopo la sua non lontana ristrutturazione.

Durante la manifestazione sono stati denunciati pericolosi e scandalosi tentativi di porre la cittadinanza di fronte al fatto compiuto: al pericolo, cioè, che si proceda in ogni caso – in barba a tutto e a tutti – alla realizzazione del parcheggio.

I Comitati Flaminio perciò, nell’invitare la popolazione del quartiere ad una forte ed attenta mobilitazione, hanno da parte loro assicurato il proseguimento di una decisa azione presso tutte le competenti autorità.
A giorni un nuovo incontro per un punto della situazione e per concordare, ove ancora necessario, ulteriori e più incisive azioni. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti