Laboratorio Analisi Lepetit

Parco della Mistica tra oblio, immagine e mancanza di informazione

Quale sarà il futuro di questo parco? Chi ne sa di più ha il dovere di farne partecipi i cittadini
di Giuseppe Liberotti - 11 Novembre 2009

Su Il Messaggero del 9 novembre 2009 abbiamo letto una deamicisiana e suadente intervista all’attore Raoul Bova, che tra le altre cose parlava di una “Città dei Ragazzi con casa famiglia, laboratori e dintorni, che sorgerà tra Tor Tre Teste, Tor Sapienza  e Torre Maura" (che però non confina con il parco in questione).

Il 1 dicembre 2008 si era tenuto a Roma uno spettacolo per lanciare il “Campus Produttivo della Solidarietà e Legalità" organizzato dalla Fondazione Mistica, che recepiva un progetto realizzato con l’assessorato alla Sicurezza ed il Municipio Roma VII , sotto la giunta Veltroni.

A noi cittadini non è dato capire quello che avviene, oggi, nelle stanze della politica romana e del mondo dello spettacolo. Noi dobbiamo sempre subire in silenzio solo le “superstrade, le cementificazioni “ e, quando si presenta l’opportunità di avere un parco attrezzato, veniamo tenuti all’oscuro di ciò che si realizza sul nostro territorio.

Alcune domande al signor Raoul Bova: L’erigenda a casa famiglia ed i laboratori saranno aperti ai  ragazzi dei nostri quartieri? Lei è a conoscenza della situazione di emarginazione che c’è nel territorio del VII? Lei sa che su 128.000 abitanti nel VII municipio ben 42.000 sono giovani sotto i 20 anni e 30.000 gli anziani sopra i 65 anni e che questi cittadini vorrebbero venire a fare anche loro “due passi sul loro parco della Mistica”?

Nel passato avevamo creduto nella proposta fatta dalla Fondazione Mistica, ora abbiamo alcuni dubbi.

Siamo andati a fare due passi nell’area del futuro Parco della Mistica e l’unica cosa che abbiamo visto è una piccola casa colonica in fase di sistemazione.Se questa sarà la sede della Casa Famiglia, ci viene in mente di chiedere: qual è il Progetto Educativo? Si è consapevoli dell’attuale isolamento dell’area?

Aspettiamo sempre fiduciosi di capire insieme quale sarà il futuro di questo parco. Chi ne sa di più ha il dovere di farne partecipi i cittadini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti