Solidarietà per i ragazzi de “La Sapienza” aggrediti

Riceviamo e pubblichiamo - 29 Maggio 2008

Negli ultimi tempi si respira un clima di odio e di intolleranza nel quale, alla luce del sole, individui pongono in essere aggressioni di chiara matrice razzista, come è accaduto alcuni giorni fa al Pigneto, o fascista come quello avvenuto il 27 Maggio in via De Lollis nei pressi dell’Università “La Sapienza”.

Entrambi, sono sintomi di un clima di intolleranza e di violenza che sta crescendo in questi giorni e che non può lasciare né indifferenti né esaurirsi in un giudizio di equidistanza o di condanna bilaterale che sa tanto di buonismo e di mancanza di analisi.

Il fatto che bande circolino liberamente per il territorio arrogandosi il diritto di poter aggredire chiunque, in pieno giorno, agendo in un clima di impunità, deve cessare.

Fresco Market
Fresco Market

L’alimentare o il non combattere l’odio dilagante per il diverso, sia questo omosessuale, di colore, immigrato, non-fascista, è un problema che riguarda tutta la città e le istituzioni, prima di tutti, se ne devono far carico se non vogliono essere complici.

Quello che è andato in scena il 28 maggio 2008, ai danni di alcuni studenti che affiggevano manifesti nei pressi dell’Università, è stato un chiaro fenomeno di squadrismo posto in essere da alcuni membri (non studenti) di Forza Nuova; rispetto a tali gravi episodi, la politica tutta deve prendere posizione in maniera chiara, condannando fermamente gli esecutori e chi li manovra.

Esprimo pertanto la mia solidarietà nei confronti di Emiliano e di Giuseppe in attesa che il processo venga istruito e che l’accaduto possa mostrarsi, se ancora ce ne fosse bisogno, per ciò che realmente è stato, non un rissa ma una aggressione di chiaro stampo fascista.

Alessio Conti , Capogruppo Lista Civica Municipio XV


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti