Via Pincherle: accordo raggiunto

Antoniozzi: "dimostrazione impegno concreto della giunta Alemanno su tema casa"
Enzo Luciani - 28 Aprile 2009

Dopo l’incontro convocato dal Prefetto Pecoraro, si è chiusa la vicenda della dismissione di 106 appartamenti di via Pincherle, nel quartiere San Paolo – Marconi, con l’acquisizione degli stessi da parte della Regione e del Comune.

“Esprimo grande soddisfazione per l’intesa raggiunta oggi tra la Proprietà degli immobili di via Pincherle". Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche abitative del Comune di Roma, Alfredo Antoniozzi. "I 106 appartamenti, per i quali c’era stata comprensibilmente molta agitazione da parte degli inquilini, verranno acquistati dal Comune di Roma, insieme ad Ater e Regione Lazio. Una trattativa resa possibile anche grazie alla preziosa collaborazione del Prefetto Pecoraro. Questa – conclude Antoniozzi – è la dimostrazione dell’impegno concreto della giunta alemanno su un tema esplosivo come quello della casa”.

“Viene premiata – dichiara soddisfatto Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI – la costanza di centinaia di famiglie che hanno manifestato in questi mesi con tenacia per chiedere il rispetto di un diritto fondamentale come è quello all’abitare. Questa operazione è stata resa possibile grazie al Municipio XI e al sindacato ASIA/RdB che fin da subito non hanno mai indugiato e hanno sempre avuto chiaro l’obiettivo da raggiungere. Un sentito ringraziamento per gli sforzi profusi va alla Regione Lazio e al Comune di Roma, per la disponibilità a procedere all’’acquisto degli appartamenti. Questo risultato può e deve essere l’esempio con cui si possono gestire le emergenze abitative nella nostra città.”

“Infine preme sottolineare come l’accordo escluda però 15 abitazioni già sottoposte a rogito, con il rischio concreto di sfratto degli attuali inquilini. Per le 15 famiglie in questione – conclude Catarci – c’è bisogno di un ulteriore approfondimento e presa in carico delle istituzioni in modo da poter vedere la fine di un incubo, durato diversi mesi. Sono esclusi dalla vendita anche i negozi sottostanti alle abitazioni, che vanno comunque tutelati e difesi, visto il loro radicamento nel quartiere”.

Altri articoli su via Picherle:

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=11210

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=11415

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=11585

Adotta Abitare A

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=11614

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=11898

https://abitarearoma.it/index.php?doc=articolo&id_articolo=12079


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti