Villa De Sanctis, sotto accusa la politica della Giunta Caliste

In una partecipata Assemblea dei residenti del quartiere il 25 giugno 2024

Una partecipata assemblea, il 25 giugno 2024, presso il salone della parrocchia San Gerardo Maiella, la prima dopo l’insediamento del CdQ Villa De Sanctis, per dire basta alla politica di una giunta municipale che ormai da anni tiene “a bagnomaria” problemi molto seri che costituiscono pericolo e degrado nel piccolo Quartiere un tempo definito i “Parioli della periferia romana”.

 

Il CdQ era stato ricevuto in audizione al mattino dalla Commissione municipale LL.PP. dove insieme al presidente P. Scafetta e dal rappresentante M. Romani era stata rappresentata la non più rinviabile soluzione di problemi che ormai da anni costituiscono degrado e insicurezza.

Purtroppo né i quattro anni della giunta pentastellata precedente e né i primi due anni e mezzo dell’attuale giunta guidata dal presidente M. Caliste hanno neppure provato a risolvere il problema della scarsa illuminazione di strade come, ad esempio, via Checco Durante, Romolo Lombardi e tratti di viale della Primavera, causato dai tigli messi a dimora troppo vicini ai pali dell’illuminazione pubblica.

Per non parlare della mancata manutenzione di largo San Gerardo Maiella che ha portato l’unico punto di socializzazione del quartiere ad essere ormai una trappola per quanti la percorrono e questo a causa di una pavimentazione a betonelle saltata in più punti a causa delle presenza di radici affioranti.

A questo riguardo il CdQ vedrà in settimana l’amministrazione del PUP sottostante la piazza che avrebbe dovuto secondo una Convenzione sottoscritta a suo tempo, provvedere alla manutenzione e pulizia della superficie sovrastante i box.

Sulla questione c’è purtroppo un contenzioso determinato dal fatto che l’amministrazione del PUP non ha mai rispettato il rapporto convenzionale e  il V Municipio non ha esercitato i suoi poteri di controllo.

Su questo occorre procedere speditamente verso la verifica per sapere a chi spetta la manutenzione della  superficie di largo S. Gerardo Maiella, e se è tutta o parziale. E questo anche perché c’è il rischio concreto che i 100.000 euro iscritti a bilancio grazie ad un emendamento al bilancio comunale, si perdano o nel migliore dei casi, vengano utilizzati in altri interventi nel Quartiere.

Altri interventi hanno lamentato la mancanza di manutenzione da decenni su alcuni marciapiedi come quelli di via Balzani e Ferraironi ridotti a percorsi di guerra tante sono le buche. Sulla manutenzione dei marciapiedi sono stati messi in bilancio un milione di euro ma dal Municipio silenzio assoluto su dove e quando si interverrà.

Altro problema dolente e sollevato dai cittadini sta nella pessima manutenzione del verde, che avviene solo quando questa supera il metro e mezzo con tutti i rischi che ne conseguono.

È stato sollevato il problema del giardino Camilli di via R. Balzani dove sono stati eliminati e non più sostituiti  i giochi per i bambini e dove una frequentatissima pista di pattinaggio è ormai pericolosa a causa della presenza dei rami dell’albero sovrastante ormai arrivati all’altezza della testa dei piccoli frequentatori e di arrugginite staffe di metallo che avrebbero dovuto tenere le tavole alla base ormai quasi completamente scomparse perché fradicie.

Sempre sul verde, a parte qualche frammentato annuncio fatto tra l’altro solo sui social, da parte del Municipio, non si conosce quando e come sarà ripristinata l’area giochi su via R. Balzani con la presenza di una pista ciclabile didattica attrezzata e relativa segnaletica stradale, chiusa a causa di una cavità sottostante. Ripristinata la sicurezza, i cittadini aspettano il suo ripristino di cui però nulla si sa.

Sono stati sollevati anche problemi sulla manutenzione dell’area di quello che dovrebbe essere il parco Somaini e della vergognosa situazione dell’area occupata dai resti di quello che fu in Teatro nuovo Pianeta di via Lombardi  di cui si chiede la bonifica e la disponibilità per il quartiere.

E’ stata rinnovata la richiesta per l’irrigazione del Parco di Villa De Sanctis oggi una landa riarsa dal sole, con molte zone circoscritte da recinzioni con rete in pratica rossa e con i resti di quella che fu la vecchia area giochi dismessa e su cui insiste anche un cancello di accesso.

Sollevati anche problemi sulla sicurezza stradale rappresentati dal mancato rispetto della segnaletica su via Lombardi/Primavera, sulla Sicurezza degli attraversamenti pedonali all’interno del quartiere. E non ultimo il corretto funzionamento del semaforo per l’attraversamento pedonale su via Casilina/Balzani.

Il CdQ e i cittadini si aspetterebbero adesso risposte sui vari punti sollevati, ma l’uso del condizionale è d’obbligo e intanto il clima che si  respira è da Autunno caldo e questo è bene che a Torre Annunziata e a via  Perlasca lo sappiano… perché i contribuenti di Villa De Sanctis sono stanchi del nulla!


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento