“Villa Sciarra, teniamocela pulita noi, nessuno svuota i cestini”

La Villa soffre di carenze strutturali di manutenzione e sicurezza, che vanno dalla semplice pulizia alla mancata chiusura notturna dei cancelli, ma anche alla potatura e alla cura di alberi, fiori e giardini
Gioia Farnocchia - 6 Maggio 2017

Se, approfittando del sole e della primavera ormai inoltrata,  avete deciso di dedicare il weekend al relax e alla natura – magari anche a km 0, vicino casa – e  fare  un picnic in qualche villa, vi consigliamo di portarvi dietro anche un bel saccone resistente, per raccogliere i rifiuti e riportarveli a casa.

Almeno, fatelo se scegliete di andare a Villa Sciarra.

Diversi cartelli, attaccati su ogni cestino della Villa, ce lo raccomandano:

“Per favore, portiamo i nostri rifiuti e quelli dei nostri cani fuori dalla Villa. Nessuno svuota i cestini in questo periodo. Grazie.”

Il servizio di svuotamento dei cestini sembra non essere garantito ormai da qualche mese e i volontari che si occupano della villa hanno tentato di limitare i danni raccogliendo quando possono e attaccando un avviso esplicito su ogni cestino, sperando nella educazione dei cittadini che usufruiscono del parco.

La Villa soffre di carenze strutturali di manutenzione e sicurezza, che vanno dalla semplice pulizia alla mancata chiusura notturna dei cancelli, ma anche alla potatura e alla cura di alberi, fiori e giardini.

Alberto Manni, dell’ Associazione ” Amici di Villa Sciarra” che  si occupa in maniera volontaristica della Villa, si dice ” molto preoccupato perché nonostante il nostro impegno per rendere fruibile la villa, l’ assenza della  amministrazione capitolina va peggiorando, arrivando a lasciare aperte di notte le ville storiche per mancanza di bando, facendone terreno di nessuno.” Una situazione inaccettabile, soprattutto se pensiamo che Roma è una grande capitale europea, la più verde d’ Europa. ” Abbiamo iniziato sperando  che il nostro contributo fosse momentaneo, ma oggi la situazione ci sta obbligando a occuparci di cose che non ci competono. Roma ha bisogno di punti di aggregazione veri, e con solo nove  giardinieri per il  milione e mezzo  di metri quadrati di verde del  Primo municipio, capiamo che rimarrà impossibile prendersi cura di tutto.”

“Noi abbiamo deciso di prenderci cura della Villa” spiega il Presidente dell’associazione Federico Marolla ” perché ci vergogniamo di lasciare  un parco storico in queste condizioni, specialmente per i bambini e  come eredità per le nuove generazioni. Ma i cittadini devono comprendere la grande responsabilità che hanno nel contribuire alla riuscita di questa missione: senza una vera presa di coscienza da parte loro, sia aiutando attivamente, sia non essendo portatori di degrado, ogni azione è destinata a fallire.”

Inoltre, da anni si attende l’ apertura dell’ edificio neogotico all’ interno della Villa, chiamato  Castelletto di Villa Sciarra: nonostante il restauro risulti terminato, la struttura è ad oggi chiusa al pubblico e non è prevista data di apertura.

Iside Castagnola, Presidente della Commissione legalità del I Municipio nella scorsa legislatura e componente dell’ Associazione, sottolinea come  questo sia stato  “ da anni individuato come sede definitiva del Museo della Matematica: è  il primo Museo civico dedicato alla divulgazione della cultura matematica, una struttura  che può rappresentare  un’offerta di apprendimento significativa ed utile per le scuole . Tuttavia, nonostante il nostro impegno come Municipio  già dai tempi in cui ero Presidente della Commissione  legalità per l’ apertura al pubblico, non abbiamo ancora alcuna data.”

Chi nell’ attesa volesse dare una mano alla Villa, può partecipare ai giorni di pulizia collettiva calendarizzati dall’ Associazione, che si svolgono generalmente di sabato mattina. E tutti possiamo contribuire non sporcando, e vigilando perché altri non lo facciano. Per far sì che questo bene comune sia davvero di tutti, e resti un tesoro da lasciare con orgoglio ai nostri figli.

 


Commenti

  Commenti: 1


  1. Villa Sciarra , bellissima , merita di più . da anziano signore che, da bambino è caduto nella vasca dei girini, posso essere utile, ovvero utilizzato , per quanto possibile ?

Commenti