A Corviale e Muratella si rischia sollevazione anti-Rom

I residenti dei quartieri del XV municipio si appellano ad Alemanno: occorre smentire con i fatti il commissario Mosca
Comunicato stampa - 15 Giugno 2008

“A Corviale e Muratella si ha fiducia massima nei confronti del Sindaco Alemanno e, per tale ragione, i residenti si attendono entro breve atti concreti che smentiscano, o perlomeno correggano la rotta, fatta di prudenza e attendismo, evinta dalle parole dei giorni scorsi del commissario straordinario all’emergenza rom Carlo Mosca”, è quanto dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del Municipio XV del Popolo della Libertà.

“Le aree di illegalità a Corviale, nei pressi del cosiddetto Serpentone, e a Muratella – aggiunge Santori – continuano a proliferare e proprio lo straordinario risultato elettorale raggiunto da Alemanno in questo territorio ha rappresentato una risposta determinata della cittadinanza all’immobilismo delle istituzioni di fronte a una presenza sempre più invasiva di componenti rom e di stanziamenti abusivi. In particolare i cittadini di Muratella chiedono oggi un giro di vite nei confronti dell’illegalità che vigerebbe anche all’interno del campo nomadi attrezzato di Via Candoni, campo regolarmente finanziato da Comune e Municipio XV in cui in passato sarebbero state riscontrate numerose attività illegali: dal possesso di armi da fuoco alla detenzione di automobili non dichiarate e comunque oggetto di furto. A Corviale, invece, risulta sempre più a rischio la pace sociale: i residenti affermano che non vorrebbero che stupidi episodi di intolleranza accaduti nei giorni scorsi abbiano riportato in voga un certo buonismo verso illegalità ed emergenza rom”.

“I residenti – conclude Augusto Santori – si affidano ad Alemanno e chiedono aiuto: se il prefetto Mosca intende aspettare fino ad ottobre per mettere fine agli stanziamenti illegali, i residenti non sono disposti a sopportare ancora gli effetti di un problema che si manifesta quotidianamente e con sempre maggiore insistenza, ai danni della serenità, e della tolleranza, dei cittadini e delle famiglie di Corviale e Muratella”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti