Aggressione razzista a Torpignattara: feriti a bottigliate un indiano e due bengalesi

Sul posto il 118. Fortunatamente le vittime non sono in pericolo di vita

Prima una disputa per un pallone, poi insulti razzisti e il lancio di bottiglie. Un’aggressione scioccante ha sconvolto il parco Giordano Sangalli, in viale dell’Acquedotto Alessandrino a Torpignattara, nella serata di domenica 30 giugno.

Le vittime principali, colpite con bottiglie, sono stati due bengalesi e un indiano. Quest’ultimo, ferito alla gola, è stato trasportato in ospedale dal 118, ma non è in pericolo di vita.

Secondo quanto ricostruito, tutto sarebbe iniziato quando un gruppo di adolescenti romani ha cominciato a insultare una comitiva di giovani stranieri di seconda generazione, che stavano giocando con un pallone insieme ad altri bambini.

A un certo punto, la situazione è precipitata. Altri passanti, sempre romani, si sono intromessi e hanno aggredito alcuni adulti stranieri, genitori dei ragazzi di seconda generazione.

Sono così iniziati i primi insulti razzisti, seguiti dal lancio di bottiglie. Una scheggia ha colpito alla gola l’indiano. Al momento non ci sono stati arresti né denunce. Le vittime hanno raccontato la loro versione ai carabinieri, e le indagini sono in corso.

Quanto accaduto a Torpignattara, una brutale aggressione a sfondo razzista, è sconvolgente. Nella difficile realtà del quartiere, – ha dichiarato in una nota stampa il segretario regionale di Sinistra Italiana Danilo Cosentino – atti di violenza sono purtroppo quasi quotidiani, ma le dinamiche di questo episodio dimostrano quanto l’intolleranza e l’audacia nel metterla in pratica siano drammaticamente aumentate”.

Auspichiamo più sicurezza, legalità e controllo, ma non è sufficiente. È necessario impiegare tutte le forze a disposizione per fermare il degrado umano e culturale che si manifesta giorno dopo giorno, coinvolgendo purtroppo bambini e adolescenti.

Un degrado che trova terreno fertile nelle affermazioni razziste, nelle parole violente e nell’avallo dell’intolleranza e del suprematismo che caratterizzano la politica delle destre, sempre più presenti nelle istituzioni di mezza Europa”.

La protesta antirazzista di Torpignattara

Una risposta democratica, pacifica e unitaria alla violenza consumata domenica sera


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento