Ai Fori Imperiali con Omnia Urbes (seconda parte)

E uno spunto di riflessione più intimo e profondo in collaborazione con Harmonia Coeli
Olga Di Cagno - 13 Maggio 2020

Domenica 10 maggio 2020 Omnia Urbes ha condotto amici e soci in un’altra passeggiata virtuale per esplorare ed ammirare il Foro di Augusto ed il Foro della Pace.

Via dei Fori imperiali è stata finalmente attraversata, per ben due volte, per poter così incontrare due personaggi imperiali che, ognuno a suo modo, hanno segnato la nuova immagine di Roma nel mondo: Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto e Tito Flavio Vespasiano.

L’uno, il primus inter pares, il pater patriae, colui che viene definito il primo imperatore portò a compimento il rivoluzionario progetto politico cesariano; l’altro, il valente generale, il raffinato stratega, il tremendo vincitore della guerra giudaica, diede stabilità e riforme alla nuova compagine politica.

Poche decine di anni separano i due protagonisti della vita politica ed architettonica di Roma, poche decine di anni e un paio di attraversamenti di Via dei Fori Imperiali.

Similari e, in qualche modo, complementari i due complessi architettonici si sono mostrati in tutta la loro bellezza ed importanza ed anche se oggi, per entrambi, si possono scorgere solo alcuni frammentari pezzi.

Grazie alle immagini ricostruite (la tecnologia è veramente preziosa in questi casi) i viaggiatori virtuali hanno potuto scorgere la realtà concreta di quella Roma.

È stato quasi un vero e proprio viaggio nel tempo, pensato e proposto per entrare in sintonia, in armonia con quella Roma.

Grazie alla collaborazione con l’associazione Harmonia Coeli, ed alla sentita interpretazione del Maestro Francesco Cappelletti, il viaggio del tempo è stato pienamente realizzato.

Spesso quando si svolgono questi eventi in streaming non si ha un vero contatto con le persone che partecipano: parlare o ascoltare davanti ad uno schermo può essere asettico, ma quando da quale vivo emergono calde, avvolgenti, umane e carnali le note eseguite in diretta e rivolte a tutti i partecipanti allora l’atmosfera cambia. Il video diventa uno strumento musicale, lo schermo che trasmette la passione e la professionalità del maestro che esegue pezzi di Paganini e Bach perde i suoi connotati tecnici e si trasla in uno strumento di amplificazione delle emozioni, delle idee, dei sogni.

Chi scrive, avendo preparato l’incontro, ha potuto godere delle espressioni dei partecipanti durante le due esecuzioni musicali: palpebre abbassate o occhi puntati ed attenti sui movimenti virtuosi; teste ondeggianti al ritmo armonico o posizioni di assoluta concentrazione; sorrisi sereni o espressioni attente all’esecuzioni e poi naturali, come si fosse da vivo, gli applausi meritatissimi!

Vivere, amare, ammirare l’Urbe permette anche questo, permette di perdersi circondati da tante persone in un pomeriggio domenicale lungo una tra le vie più frequentate al mondo, rimanendo a casa e assaporare lo spirito di quegli uomini che hanno resa grande la città.

Il Foro di Augusto e quello della Pace adesso sono un pochino più conosciuti e riconoscibili, due vecchi amici che quando ci sarà permesso di tornare a trovare sarà emozionante poter riabbracciare nella loro maestosità imperiale.

Domenica prossima, in occasione di quella che dovrebbe essere l’ultima domenica di confinamento domenicale, Omnia Urbes propone nuovamente di proseguire lungo Via dei Fori Imperiali e percorrere l’ultimo tratto fino ad arrivare ai Mercati ed ai Fori di Traiano.

L’appuntamento per il virtual tour sarà come sempre alle ore 17.00. L’iniziativa ha un limite di cento persone.

Per chi fosse interessato sarà necessario inviare una mail all’associazione Omnia Urbes:  omnia.urbes@gmail.com

 

 


Commenti

  Commenti: 1


  1. Meraviglioso era stare contemporaneamente nel mio mondo attuale e nelle antiche strade cariche della storia che ho sempre amato, il tutto accompagnata da..una colonna sonora che entrava nel cuore

Commenti