Al via giornata della prevenzione odontoiatrica

Sabato 7 luglio, dalle ore 9:00, a piazza di Spagna un'odontoambulanza fornirà prestazioni gratuite di prevenzione orale
Enzo Luciani - 6 Luglio 2012

Si terrà sabato 7 luglio, dalle ore 9:00, a piazza di Spagna, la giornata dedicata alla prevenzione odontoiatrica promossa dall’On. Alessandro Vannini in collaborazione con SI.M.O.

"Una giornata per ridare il sorriso – scrive in una nota Vannini Vannini, consigliere al Comune di Roma- E’ necessario che al giorno d’oggi la prevenzione sia parte integrante della medicina, in modo da garantire al paziente il suo stato di benessere fisico. E’ fondamentale declinare questo principio anche alla salute orale pertanto grazie alla collaborazione con la S.I.M.O. ( Società Italiana Maxillo Odontosmatologica) questo sabato a piazza di Spagna, dalle ore 9:00 alle ore 17:00 sarà presente un’odontoambulanza che fornirà prestazioni gratuite di prevenzione orale."

L’odontoambulanza è un ambulatorio odontoiatrico mobile equipaggiato di tutte le apparecchiature necessarie ad effettuare una visita accurata in una situazione di confort. Queste strutture mobili sono state concepite nel 2004 per superare i numerosi impedimenti architettonici e permettere anche ai pazienti disabili di usufruire di trattamenti di prevenzione primaria a domicilio. Tutte le prestazioni vengono erogate da professionisti volontari e veri e propri "tutor" formati dalla S.I.M.O. fondata nel 2002 dal Dott. Mauro Orefici.

E’ stato con profondo piacere che ho deciso di sostenere l’iniziativa "Una giornata per ridare il sorriso", volta a sensibilizzare i cittadini circa un aspetto vitale della sanità, mettendo a disposizione un mezzo concreto, come le odontoambulanze, per contrastare un significativo disagio sociale che affligge anziani, disabili e bambini e tutti coloro che per ragioni economiche non possono avvalersi dei servizi sanitari per curarsi, calcolando che nel Lazio sono circa il 45 %. Le odontoambulanze rappresentano una risorsa di alta qualità e professionalità che solo nel 2011 ha raggiunto quattordicimila pazienti. E’ necessario sostenere ed incentivare queste iniziative per essere vicini ai cittadini con i fatti."


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti