Al via il progetto “Quattro O”

visite specialistiche gratuite per i bambini delle scuole materne
Enzo Luciani - 29 Novembre 2012
Screening gratuiti per i bambini in municipio XII con il progetto  “Quattro O”, che per due mesi porta nelle scuole dell’infanzia medici ospedalieri. Odontoiatri, ortopedici, otorini e oculisti, saranno presenti a rotazione all’interno degli istituti per offrire ai piccoli alunni visite specialistiche a costo zero.   L’iniziativa, che parte in forma di programma pilota in quattro plessi scolastici del territorio, nasce nell’ambito di un accordo stipulato dall’amministrazione municipale con il L.O.R (Laboratori Ortopedici Riuniti) e un gruppo volontario di medici provenienti dagli ospedali Sant’Eugenio e Bambin Gesù: l’odontoiatra Andrea Florio, l’oculista Vito Cupo, l’otorino Orazio De Lellis e l’ortopedico Osvaldo Mazza, coordinati dal Dottor Nicola Listorti.   Il primo appuntamento è stato questa mattina con l’otorino alla materna La Pimpa al Torrino Mezzocammino, dove sono già state raccolte oltre 100 adesioni per singola visita in ciascuna delle quattro branche. Si andrà avanti con il Fantabosco a Trigoria, la Maga Melia in zona Eur-Papillo e il Corniolo Rosso in via Ardeatina, dove a poter usufruire dell’opportunità saranno i piccoli della sezione ponte, nella fascia di età due/tre anni. Circa 400, complessivamente, i bambini che saranno interessati dal piano di screening in questa prima fase.   Un’iniziativa che non si esaurisce con le visite a scuola: in sede di controllo, infatti, i dottori indicheranno alle famiglie dei bambini eventuali ulteriori indagini necessarie, che potranno essere effettuate in forma agevolata presso gli studi specialistici dei medici che hanno aderito al progetto, in modo di garantire una continuità nel percorso diagnostico.   “Le quattro figure professionali coinvolte nel progetto, coprono le aree mediche per le quali statisticamente si registrano le maggiori necessità nell’età dell’infanzia – spiega il presidente del Municipio XII, Pasquale Calzetta – dare a tanti genitori la possibilità di fare accedere i propri bambini a check up gratuiti è, quindi, un’iniziativa utile e concreta, che acquista ancor più significato dato il delicato momento di crisi generale che tocca anche tante famiglie. Infatti la risposta è stata estremamente positiva in tutte le scuole interessate, dove le adesioni sono state addirittura superiori alle aspettative. C’è dietro un’attività di coordinamento per raccordare genitori, insegnanti e medici: un lavoro che stiamo conducendo attraverso l’assessorato in municipio alle Politiche Sociali di Gemma Gesualdi e alla commissione municipale Scuola presieduta da Gino Alleori. Questa prima fase di screening ci permetterà di mettere  a punto tutti gli aspetti  organizzativi in modo di poter pianificare al meglio nuovi appuntamenti in altre scuole”.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti