Alla scoperta del Colle Palatino, dove è stata fondata la leggenda

Sabato 30 marzo, Omnia Urbes e L’incontro di nuovo in cammino per ammirare le meraviglie di Roma
Olga Di Cagno - 2 Aprile 2019

Una bellissima mattinata di sole, il 30 marzo 2019, un’emozionante camminata nella storia, ecco in sintesi la visita guidata coordinata e realizzata insieme dall’Associazione Culturale Omnia Urbes e dall’Incontro – Associazione Culturale di Tor Tre Teste APS.

Fori PalatinoAmmirare, ma anche riammirare, le splendide vedute dalla terrazza delle costruzioni severiane e perdersi con lo sguardo fin sulla cupola di San Pietro, essere completamente immersi ed ospiti dei palazzi imperiali che nel corso del tempo hanno modificato la struttura originale del Colle Palatino, queste le emozioni che hanno vissuto i partecipanti alla visita.

Una visita guidata che è stata, in parte, anche un percorso nella storia di Roma: un percorso a ritroso dalla grande Roma imperiale – opulenta, mastodontica – alla leggendaria Roma romulea – affascinante, misteriosa ed ancora poco nota ai più.

Salire le ripide pendici del colle significa ritrovarsi all’interno del complesso sistema di costruzioni che i vari imperatori e le varie dinastie hanno voluto realizzare per poter legare il proprio nome quello immortale di Roma.

PalatinoCosteggiare le murature permette di rilevare frammenti e spazi di una Roma splendida e consapevole del suo ruolo di capitale dell’impero che si mostra in tutta la sua potenza, ma significa anche rendersi pienamente conto della raffinatissima ed alcune volte audace tecnica di esecuzione di queste grandiose costruzioni.

Arrivare fino ai confini del tempo storico, lì dove sono state ritrovate le tracce delle capanne romulee, lì dove Augusto ha fatto erigere la sua dimora, vuol dire avere la possibilità di comprendere la storia di Roma in un unico colpo d’occhio: quello della vista che dalla terrazza del palatino si allarga sull’Urbe!

Il Colle Palatino, Roma, hanno ancora una volta, affascinato, ammaliato e completamente rapito i fortunati visitatori che per una mattinata hanno avuto la possibilità di poterla vedere e sentire come dovrebbe essere. Le quasi tre ore sono trascorse in fretta (ma è facile quando si viaggia nel tempo), e scendendo dal colle ci si è ritrovati, di nuovo, catapultati nella Roma moderna, caotica, sporca, disordinata e purtroppo, per nulla confrontabile con la sua storia!

In programma sono state previste altre uscite, altre visite, altri viaggi nel tempo, per avere informazioni sulle prossime iniziative basta seguire la pagina Facebook del Centro Culturale Lepetit e di Omnia Urbes.

Foto di Marco Campisano


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti