Alla scoperta della Fontana di Trevi sotterranea e del Colombario di Pomponio Hylas

Due iniziative dell'Associazione Libertiamoci
Redazione - 29 Gennaio 2019

Segnaliamo due iniziative della Associazione Libertiamoci:

Fontana di Trevi sotterranea – Vicus Caprarius (permesso speciale) sabato 2 febbraio dalle ore 16:00 vicolo del Puttarello 25, durata 90 minuti, e Colombario di Pomponio Hylasil (permesso speciale)domenica 3 febbraio alle h. 15,00 appuntamento in via di Porta Latina, Parco degli Scipioni.

Sono due eventi ‘di nicchia’ e non molto conosciuti.

L’Associazione Libertiamoci continua a ‘sperimentare’ visite a luoghi particolari, interessanti e poco conosciuti.

Prenotazione obbligatoria:
– libertiamoci.roma@gmail.com specificando il vostro nome, cognome, numero di cellulare e partecipanti e se presenti bambini;
– cell. 338.76.47.965;
– cell. 338.74.68.384
attivi tutti i giorni dalle 10,30 alle 20,30

Altre info: libertiamoci.roma@gmail.com  – – cell. 338.76.47.965; – cell. 338.74.68.384

Informazioni sulla visita Fontana di Trevi sotterranea

A tutti è nota la celebre Fontana di Trevi, meno noto è il percorso sotterraneo che si estende sotto il rione Trevi.
Gli edifici romani del Vicus Caprarius sono stati portati alla luce fra il 1999 ed il 2001 durante i lavori di ristrutturazione dell’ex Cinema Trevi… affascinante è vedere come l’acquedotto Vergine (Virgo) sia ancora attivo! infatti, dentro il sito archeologico, ancora per la maggior parte intatto si vede l’acqua che rifornisce la fontana di Trevi.
Il complesso edilizio di epoca neroniana (55-68 d.C.) è riferibile ad un caseggiato articolato in due edifici, che doveva estendersi su una superficie di oltre 2.000 metri quadri tra le odierne Via di S. Vincenzo (l’antico Vicus Caprarius) e Via del Lavatore.

Informazioni sulla visita al Colombario di Pomponio Hylasil

In archeologia per colombario si intende un tipo di camera sepolcrale composta da nicchie in cui venivano conservate le urne contenenti le ceneri dei defunti, e il Colombario di Pomponio Hylas pur se di piccole dimensioni, riveste notevole importanza per l’eccezionale stato di conservazione E’ costituito da un ambiente rettangolare a volta decorata da girali di tralci di vite con uccelli, amorini e figure con carattere simbolico.
L’edificio scoperto nel 1831 da Pietro Campana fu costruito tra il principato di Tiberio e quello di Claudio ed utilizzato sino al II d.C. come testimoniano i sarcofagi presenti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti