Allarme botti di Capodanno

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù invita i genitori a vigilare su i più piccoli
di Patrizia Miracco - 31 Dicembre 2009

I più piccoli a rischio per i festeggiamenti di fine anno. Allarme da parte dei sanitari dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, annualmente circa 1/3 degli accessi per danno dovuti ai fuochi d’artificio sono presenti ai Pronto Soccorso in età pediatrica e le situazioni più gravi si registrano tra i ragazzi che vanno dagli 11 e ai 14 anni. Il timore è che anche per Capodanno 2010 ci saranno fuochi d’artificio, botti e petardi senza rispetto delle norme di sicurezza.

L’invito è di fare attenzione, in particolare ai bambini, controllare che i botti maneggiati abbiano le autorizzazioni del Ministero dell’Interno ed evitare gesti sconsiderati come festeggiare il nuovo anno a colpi d’arma da fuoco in modo da evitare traumi, lesioni da scoppio, ustioni e danni oculari spesso anche permanenti.

Gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno così elaborato un decalogo ricco di consigli in modo da evitare che un momento di festa si trasformi in tragedia:

– Utilizzare i fuochi all’aperto e, una volta attivati, allontanarsi a distanza di sicurezza.

– Non raccogliere mai fuochi inesplosi con l’intenzione di riutilizzarli e, in caso di ritrovamento, rivolgersi sempre alle Forze dell’Ordine.

– In caso di piccole ustioni, mettere la cute sotto l’acqua corrente per 10 minuti, prima di andare al più vicino Pronto Soccorso per una valutazione.

– Tenere sempre lontano il viso al momento dell’accensione.

– I fuochi devono essere acquistati esclusivamente in negozi provvisti di apposita licenza.

Adotta Abitare A

– Devono essere provvisti di etichetta che riporti chiaramente la categoria di appartenenza e le modalità d’uso che andranno lette attentamente.

– L’acquisto di prodotti pirotecnici, anche di “libera vendita” (stelline, girandole, fontane), è sempre precluso ai minori di 14 anni. Anche al di sopra di questa età l’uso deve avvenire sotto la supervisione di un adulto.

– Qualora presenti, leggere le spiegazioni.

– Non dirigere mai il fuoco verso altre persone o oggetti infiammabili.

– Ricordare che anche i fuochi più semplici, come le stelline, possono dar luogo a lesioni oculari o incendiare i vestiti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti