Bilancio del primo biennio di PD e maggioranza del V Municipio

In una partecipata assemblea presso il Circolo PD del Pigneto. È intervenuto anche il Sindaco Gualtieri

Ieri, 24 gennaio 2024, abbiamo partecipato ad una assemblea pubblica del PD del Municipio V presso il circolo di via Fortebraccio al Pigneto. L’apertura dei lavori è stata fatta dal segretario del circolo Antonio Liani già consigliere municipale. Presenti il Segretario Romano del Pd Foschi che si è complimentato per l’iniziativa che il partito farà in tutti i municipi e della necessità di confrontarsi con associazioni e comitati.

Tema conduttore dell’assemblea l’esposizione di quanto fatto dalla maggioranza municipale in questi primi due anni di attività.

Sono intervenuti il capogruppo C. Poverini, il presidente del Consiglio D. Di Cosmo, tutti gli assessori facenti parte della Giunta e il Presidente M. Caliste. Ognuno ha esposto quanto fin qui realizzato e tracciato a grandi linee i progetti prossimi futuri, tutti hanno parlato di un gran lavoro fin qui svolto e del loro impegno.

Scalia ha parlato dei Fondi del PNRR, della realizzazione di due biblioteche e un punto lettura nei locali della ex aula consiliare in piazza della Marranella, di locali su via Carpineto destinati al dopo di noi (per persone invalide sole e du sufficienti).

Annucci ha parlato dell’aumento della manutenzione del verde e della creazione di un ufficio ad hoc che dovrebbe rendere più performanti e puntuali le lavorazioni.

Fannunza della manutenzione degli edifici scolastici che nel municipio sono ben 104. Ricci delle iniziative sul commercio e questo dopo aver adottato un nuovo piano delle aree. De Cinti ha sottolineato come per garantire i servizi ai soggetti più in difficoltà ci sia bisogno di ulteriori Fondi altrimenti c’è il rischio di una interruzione dei servizi già dai primi di settembre.

Il presidente Caliste ha lamentato le scarse risorse a disposizione e questo anche per la crescita del territorio municipale icon il quartiere di Casalbordino-La Rustica fino a poco fa diviso su bel tre municipi, il IV il V e il VI.  Ha anche detto della necessità di chiudere positivamente e nel più breve tempo possibile le procedure per i lavori del Vallo ferroviario e la stazione ferroviaria del Pigneto, altrimenti  va ripristinato la precedente viabilità stradale  così come chiedono cittadini e Comitati.

L’Assemblea è stata conclusa dal Sindaco F. Gualtieri che ha parlato del trasferimento degli Autodemolitori dalla Palmiro Togliatti alla Barbuta, dei lavori sulla realizzazione del Parco di Centocelle la cui superficie sarà interessata durante l’anno Santo del 2025 da ben 5 eventi da oltre 200.000 persone cadauno.

Per esigenze di sintesi non sto riportando fedelmente tutti gli interventi di eletti e nominati nel municipio V. Ma se c’è una cosa che è mancata è stata proprio quella di poter fare qualche domanda al fine di andare oltre quello che comunque sono barbosi autoreferenziali monologhi. Io, per esempio, avrei chiesto al  Sindaco di Roma, se davvero crede che per rendere la città più pulita e decorosa sarà sufficiente il Nuovo Contratto di Servizio con AmA SpA l’assunzione di qualche centinaio di operatori ecologici che neppure riusciranno a sostituire quelli andati in pensione, o se crede che i nuovi Vigili che saranno assunti miglioreranno la viabilità e il caos che c’è in ogni quartiere romano.

3 commenti su “Bilancio del primo biennio di PD e maggioranza del V Municipio

  1. PROVVEDIMENTI ISTITUZIONALI NELL’INTERESSE DEI RESIDENTI A TOR TRE TESTE ?

    … io avrei chiesto al sindaco Gualtieri e al presidente Caliste se, a loro parere, POSSA DEFINIRSI RAZIONALE il fatto di costringere quanti risiedono a Tor Tre Teste a prendere due mezzi, all’ interno del comprensorio, per andare da un capo all’altro del quartiere, che si estende per un paio di chilometri dalla Casilina alla Prenestina e per forse meno del doppio dalla Casilina a v.le Palmiro Togliatti. Due mezzi (“556” e “550” e viceversa), tutti i giorni, per andare a scuola, al lavoro, al Policlinico Casilino, a praticare sport. A chi attribuire il merito di questa funzionale pianificazione?
    … avrei anche chiesto loro se POSSA DEFINIRSI ALTRETTANTO RAZIONALE l’aver consentito ai proprietari di autovetture di parcheggiare su entrambi i lati di via Lepetit, riducendo la strada ad uno stretto corridoio, percorribile con il costante rischio di danni per le automobili in transito (a velocità più che moderata) e per quelle parcheggiate (non sempre perfettamente allineate al marciapiedi e spesso di dimensioni maggiori rispetto alle altre); per lo più intasato quando vi circolano il mezzo dell’AMA e i furgoni dei corrieri e difficilmente accessibile al camion dei vigili del fuoco. A chi si deve ascrivere il merito di quest’altro provvedimento?

  2. Costui è il peggior sindaco di Roma che riesce a farci rimpiangere la Raggi vi rendete conto?
    Uno che sa solo ridere e null’altro!
    Roma non merita tutto ciò
    Una città distrutta sporca con la vegetazione che invade da x tutto e lui ride.
    Un incapace che ha fatto una direttiva per i botti dell’ultimo dell’anno demenziale.
    Ma basta vedere da chi è circondato x capire la disgrazia di Roma una manica di incompetenti ecco da chi è formata la sua maggioranza

  3. NECESSITÁ DA SEMPRE IGNORATE

    Il comprensorio di Tor Tre Teste ha ormai 50 anni.
    Ma se molti dei problemi che penalizzano chi abita nel quartiere, come la mancanza di parcheggi ed un servizio di trasporto pubblico, che consenta a chi ci vive di uscire agevolmente e velocemente dal quartiere e di rientrarne con altrettanta facilità e velocità, non sono MAI stati risolti, mi viene da dire che DIFFICILMENTE si riuscirà ad individuare, tra gli amministratori dell’istituzione centrale e tra quelli di prossimità, i più preparati, i più competenti, i più impegnati a soddisfare le necessità dei residenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati