Laboratorio Analisi Lepetit

Blitz al campo nomadi di via di Salone

Trovati 400mila euro in titoli e 30mila euro in contanti
Enzo Luciani - 12 Giugno 2012

All’alba di oggi 12 giugno, la polizia municipale ha effettuato un blitz nel campo nomadi di via di Salone scoprendo un vero e proprio tesoro. Nel corso di una perquisizione, portata avanti dagli agenti dei gruppi Sicurezza pubblica ed emergenziale, VI, VIII, IX, XII e XIII sono stati trovati 400mila euro in titoli, intestati ad un uomo di nazionalità bosniaca, e 30mila euro in contanti. Le perquisizioni, volte a individuare reati quali spaccio di droga o detenzione d’armi, continueranno per tutta la giornata.

«La notizia che, in seguito all’ennesimo blitz sia stato rinvenuto un vero e proprio tesoro in titoli postali, lascia stupiti per l’entità della somma ma non deve lasciare stupiti i cittadini: è sin dal primo giorno che abbiamo richiesto che le forze dell’ordine controllassero costantemente e capillarmente le situazioni a rischio. Solo in questo modo si possono tutelare le persone oneste che vogliono lavorare e integrarsi e colpire duramente chi utilizza mezzi illeciti per vivere. Rivolgo ancora una volta le congratulazioni al corpo della Polizia locale di Roma Capitale per l’operazione di oggi». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

«L’operazione di questa mattina – aggiunge il vicesindaco Sveva Belviso –  risponde a una pianificata e integrata iniziativa di contrasto all’illegalità che ha visto coinvolti gli organi amministrativi di Roma Capitale e le forze dell’ordine, in un attento e scrupoloso lavoro di controllo e di verifica delle norme e delle leggi».

«Da quanto emerge – continua Belviso – ci troviamo di fronte ad attività poco chiare e di dubbia legalità per le quali è giusto fare le dovute e rapide verifiche, al termine delle quali dovranno essere presi provvedimenti seri verso chi ha commesso illeciti, compresa l’espulsione. Confermiamo la vocazione di Roma all’accoglienza e alla solidarietà – aggiunge Belviso – ma ribadiamo la nostra totale fermezza e intransigenza verso chi sfrutta l’amministrazione e i suoi luoghi sociali per compiere azioni poco trasparenti danneggiando, di fatto, anche coloro i quali da tempo hanno intrapreso percorsi di autonomia lavorativa e di legalità».«Desidero infine ringraziare il vicecomandante Di Maggio, il comandante del XII gruppo Mario De Sclavis e tutti gli agenti del corpo della Polizia di Roma Capitale – conclude Belviso – per l’ importante intervento che hanno svolto».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti