Categorie: Politica
Municipi: ,

Bonessio – Cicculli – Luparelli (Avs): sulla facciata del Campidoglio proiettare la foto di Ilaria Salis per tenere riflettori accesi

Così in una nota i consiglieri dell’Alleanza capitolina Verdi-Sinistra Nando Bonessio, Michela Cicculli, Alessandro Luparelli

La sentenza odierna, emanata dal Tribunale di Budapest, che nega i domiciliari a Ilaria Salis e il trattamento riservatole ancora una volta con catene e guinzaglio sono l’ennesimo affronto dell’Ungheria sia ai principi fondanti dell’Unione europea, e di cui lo stesso paese di Orban fa parte, sia alla direttiva europea in tema di presunzione di innocenza.

Quanto sta subendo la nostra concittadina e militante antifascista detenuta da circa un anno in carcere a Budapest, è profondamente ingiusto e vergognoso, contrario alla democrazia e ai più elementari diritti umani e civili.

Dopo l’approvazione della mozione in Assemblea capitolina lo scorso gennaio, e alla luce dei gravi fatti accaduti nuovamente oggi, chiediamo al sindaco Gualtieri di valutare immediatamente l’opportunità di proiettare sulla facciata di Palazzo Senatorio in Campidoglio la foto di Ilaria per tenere accesi i riflettori fino a quando questa storia non giungerà a un epilogo positivo per la nostra concittadina.

Da Roma, città della pace, antifascista, libera e democratica, deve giungere un messaggio forte e chiaro di condanna per chi agisce in maniera arrogante, negando lo stato di diritto. Inoltre, come Alleanza Verdi-Sinistra, ci faremo promotori nei prossimi giorni di una iniziativa in favore di Ilaria aperta a tutte le organizzazioni che si battono per la difesa dei diritti umani nel mondo.

Allo stesso tempo torniamo a chiedere al Governo di attivarsi immediatamente, e questa volta di farlo in modo più efficace, per riportare in Italia Ilaria. Difendere la Patria significa difendere in primis i diritti dei suoi cittadini.

Così in una nota i consiglieri dell’Alleanza capitolina Verdi-Sinistra Nando Bonessio, Michela Cicculli, Alessandro Luparelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati