Categorie: Politica
Municipi:

Campidoglio, si è chiuso il tour della Costituzione

Il progetto ha coinvolto studenti e docenti degli istituti scolastici di primo e secondo grado

Il Sindaco Roberto Gualtieri ha partecipato all’evento conclusivo del Tour della Costituzione, l’iniziativa organizzata dalla Presidenza dell’Assemblea capitolina in occasione dei 75 anni della Costituzione.

Il progetto del tour, che è stato avviato a settembre 2022, ha coinvolto studenti e docenti degli istituti scolastici di primo e secondo grado, in un percorso che ha coinvolto i quindici Municipi di Roma. Con il Professore ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università degli Studi Roma Tre, Alfonso Celotto, ragazzi e ragazze hanno approfondito alcuni articoli della Carta Costituzionale. Gli incontri si sono svolti in luoghi simbolo dei territori municipali o nelle sedi scolastiche.

Gli stessi studenti, con i docenti e i presidenti dei Municipi, sono stati accolti in Campidoglio per celebrare la chiusura del progetto.

La Carta costituzionale “è la base dei nostri diritti – ha affermato il Sindaco – della nostra prosperità e della capacità dell’Italia di trasformarsi da Paese distrutto dalla guerra e di diventare uno dei principali centri dell’economia e dell’industria del mondo”. Gualtieri ha ripercorso per grandi linee il cammino che nell’immediato dopoguerra portò alla nascita della Carta, sottolineando che “se si vuole parlare della Costituzione è importantissimo dire che è stato un vero e proprio miracolo ciò che hanno fatto i nostri padri costituenti in pochi mesi, arrivando a definire diritti civili, diritti politici e diritti sociali, e tutto grazie al lavoro di persone di schieramenti e ispirazione diversi“.

Il tour per me ha significato tanto, mi ha fatto scoprire la bellezza e quanto sia preziosa la nostra Costituzione, oggi più che mai, attraverso la reazione e gli occhi di centinaia di giovani che abbiamo incontrato in questi mesi” – ha affermato la presidente dell’Assemblea capitolina, Svetlana Celli – dobbiamo parlare ai giovani con coraggio e determinazione della libertà di espressione, del diritto alla scuola e alla salute, del diritto alla cultura, all’abitare, di un Paese che ripudia la guerra, del diritto al lavoro e alla pari dignità sociale, di un’Italia plurale e ospitale che tutela le minoranze e i diritti di tutti. E dobbiamo trasformare tutto ciò in azioni concrete per attuare pienamente la Costituzione. Noi istituzioni abbiamo il dovere di farlo con tutto il nostro impegno“.

Ecce Vinum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati