In Comune si discute del Parco di Centocelle

Redazione - 31 Ottobre 2017

Riunione al Comune di Roma in via del Tritone,142 stamattina 31 ottobre 2017 della Commissione Congiunta Ambiente/Sociale sul Parco Archeologico di Centocelle con la partecipazione di consiglieri comunali, municipali e rappresentanti delle associazioni del territorio qui foto e brevi filmati di parte della discussione.

Ed ecco una presa di posizione del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni.

PARCO DI CENTOCELLE, FIGLIOMENI (FDI): “AMMINISTRAZIONE  RAGGI BRANCOLA NEL BUIO”.

“Nella seduta odierna delle commissioni capitoline Ambiente e Politiche Sociali convocate per discutere del Parco Archeologico di Centocelle, alla presenza degli Uffici e di moltissimi comitati di cittadini, abbiamo inutilmente chiesto un cronoprogramma degli interventi per far rivivere la vastissima area ed evitare altresì che il Ministero della Difesa assuma decisioni contrarie all’interesse dei cittadini e comunque senza la necessaria partecipazione degli stessi. Abbiamo avuto altresì la prova che le Amministrazioni Raggi e Boccuzzi oltre che gli Assessori di riferimento brancolano nel buio non dando le giuste direttive agli uffici che, dopo quasi un anno dall’emergenza sono ancora alla preliminare fase di studio. Il parco archeologico di Centocelle doveva essere uno dei polmoni “verdi” della città ma da molto tempo si trova in una situazione di totale abbandono ed incuria, purtroppo aggravatasi da un paio d’anni, specie dopo i roghi tossici del gennaio scorso ed i notevoli cumuli di rifiuti interrati presenti in più punti del parco. Siamo stati i primi a richiedere alla nuova Amministrazione grillina, nel settembre dell’anno scorso e poi anche con un esposto – denuncia a tutti gli organi comunali e statali, la necessità di intervenire e monitorare la situazione della vastissima area segnalando le varie criticità che vanno dai problemi di viabilità, alla mancanza di vivibilità per le famiglie anche tramite giochi per i bambini, alla necessità di vigilanza fino ai ben più gravi problemi di bonifica dell’area anche per tutelare il diritto alla salute dei cittadini e le bellezze archeologiche ivi presenti. La stessa ordinanza della Sindaca Raggi è apparsa a tutti, Uffici compresi, estremamente confusa, quasi come un palliativo, emessa senza alcun criterio logico-giuridico.

Come Fratelli d’Italia non vogliamo fare polemiche ed abbiamo nuovamente offerto la nostra disponibilità a collaborare per risolvere le problematiche del parco ma esigiamo che si intervenga con immediatezza, competenza e professionalità”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti