Sport  

Corsara a Verona, la Lazio vince e batte il Chievo

Chievo-Lazio 1-2 il forte attacco e la fortuna aiutano i biancocelesti
di Marco Piervenanzi - 31 Agosto 2009

La Lazio prende gol da Pellissier nella prima parte della gara quando comincia a mostrare una certa sofferenza legata anche al ritmo imposto dai padroni di casa del Chievo.
Tuttavia i biancocelesti stringono i denti e guadagnano un rigore. Dal dischetto realizza Cruz al termine del primo tempo.

Non è una bella gara quella giocata dalla Lazio che mostra una manovra disarmonica e poco elegante ma nonostante tutto va in vantaggio e lo fa ancora con Cruz.
Il vantaggio non basta però per far cessare l’affanno dei laziali che restano in dieci per l’espulsione di Cribari, per doppia ammonizione, con 30′ ancora da giocare.
La partita si innervosisce, moltissimi gli ammoniti, il Chievo reclama qualche episodio dubbio in area ospite. Zarate è lasciato solo davanti mentre la sua squadra tiene duro.

Tre punti portati a Roma con tanta fatica e una buona dose di fortuna. Volendo essere fiduciosi potremmo pensare alla vecchia legge del calcio, ossia portar punti a casa giocando male è meglio che giocar bene e raccogliere niente, ma la piazza romana è troppo attenta per non sapere che stretti stretti indietro, arroccatissimi per tre quarti di gara a subire l’avversario, e non è la prima volta, non si va lontani. Urgono rinforzi e forse qualche correzione tattica.

IL TABELLINO DI CHIEVO-LAZIO 1-2 (1-1)

MARCATORI: Pellissier (C) al 16′ pt, rig. Cruz (L) al 41′ pt e all’8′ st

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Morero, Yepes, Mantovani; Luciano (dal 34’st De Paula), Rigoni (dal 21’st Bentivoglio), Marcolini; Pinzi; Bogdani (dal 21’st Granoche), Pellissier. (A disp.: Squizzi, Scardina, Malagò, Ariatti). Allenatore: Di Carlo.

LAZIO (4-3-1-2): Muslera; Lichtsteiner, Cribari, Radu, Kolarov; Dabo (dal 26’st Scaloni), Baronio, Mauri; Matuzalem; Zarate (dal 45’st Rocchi), Cruz (dal 16’st Diakitè). (A disp.: Bizzarri, Meghni, Del Nero, Foggia). All.: Ballardini.

ARBITRO: Damato di Barletta.

Adotta Abitare A

NOTE: serata calda, terreno in buone condizioni. Angoli 11-3 per il Chievo. Recupero: 1′; 5′. Espulsi: Cribari (L) al 14’st per somma di ammonizioni, Di Carlo (C) al 38′ st per proteste. Ammoniti:Baronio (L), Pinzi (C), Rigoni (C), Morero (C), Frey (C), Kolarov (L), Muslera (L).

IL VIDEO DI CHIEVO-LAZIO 1-2 (1-1)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti