Festival dell’Economia di Trento

GiProietti - 4 Giugno 2021

In questi giorni, a Trento, al Festival dell’Economia, sono convenute le migliori menti mondiali in campo economico.


Vi invito ad ascoltarli, perché vengono forniti infiniti spunti di riflessione profonda.
Lo dico soprattutto ai nostri Governanti medi, parlamentari, governatori, sindaci, assessori.
Ma anche ai manager, ai consiglieri di amministrazione, agli strateghi industriali di ogni settore.
Però, per cominciare ad ascoltare, dovete innanzitutto capire un Mantra, che TUTTI ripetono: l’ITALIA DEVE FARE SUBITO LE RIFORME GLOBALI: PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, GIUDIZIARIA, SEMPLIFICAZIONE DELLE PRASSI, CONCORRENZA, FISCALE, SCOLASTICA E SANITARIA.

Sette Riforme da far tremare i polsi di chiunque, che devono essere votate al più presto da un Parlamento che non sa, per incompetenza e per veti incrociati, dove cominciare!

Ad esse è appiccicato il PNRR e i connessi 340 miliardi di euro. Capito?

Proposta: cominciate col fare riforme semplici, chiare e che costino poco.
Per es istituite un’Autorità per le Selezioni di Personale Pubblico e per la Sua Formazione.
Un centinaio di persone specchiatissime ed espertissime, comandate per un anno presso questa Autorità, un anno solo, pagate bene, che svolgano tutti i concorsi necessari per alzare il livello della PA.
I concorsi possono essere fatti decentrati, con gli scritti telematici, etc
Di conseguenza questi signori devono avere stupendi altissimi, come devono essere aumentati gli stipendi dei pubblici addetti che lavorano effettivamente, svolgendo funzioni strategiche

Tale discorso va fatto soprattutto per la scuola, per i Ministeri, per le Societa’ pubbliche e miste pubblico-private, per la sanità, per le Forze dell’Ordine…
Questa Autorità dovrebbe anche sottoporre ad “idoneità di base” i candidati politici a qualsiasi elezione, prima dell’inserimento in qualsivoglia lista.
Se ridete, sappiate che i Paesi civili hanno sistemi di selezione dei “politici” che noi non abbiamo più, o meglio, con le liste chiuse, i nostri candidati certi sono tutti “fedelissimi/e” del leader, perciò la selezione è inversa e perversa: avanti i peggiori!

Prima la meritocrazia, gli stipendi adeguati a chi è capace ed efficiente, il riconoscimento anche sociale a chi fa una professione fondamentale per la Nazione, poi i tarallucci e il vino…. Vediamo così se la corruzione regredisce.

Se allora avete chiaro il Mantra di cui sopra, adesso cominciate a studiare gli argomenti trattati dai Nobel che parlano al Festival di Trento…e poi fate le 7 Riforme, festina lente!

Centro Commerciale Primavera Saldi 2023

Buon lavoro!

Pubblicità elettorale Regionali 2023

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti