Foibe, Figliomeni (FDI): “Il dovere di non dimenticare”

Redazione - 10 Febbraio 2020

“Ricorre oggi 10 febbraio, il Giorno del Ricordo delle Foibe, nato per conservare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime di questa barbarie oltre l’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Sebbene lo Stato Italiano abbia istituito nel 2004 con la legge n. 92 questa giornata della memoria, alcune forze politiche di sinistra ancora non vogliono riconoscere l’orrore e il massacro che è stato perpetrato su persone innocenti, colpevoli soltanto di essere italiani, da parte dei titini jugoslavi con il supporto di certe frange di sinistra. Proprio quella sinistra che si permette di mistificare la storia, eliminando dai libri e dalla memoria quanto accaduto, grazie anche all’ambiguo atteggiamento delle istituzioni.

“Oggi deve essere un momento di riflessione per commemorare le migliaia di italiani morti e come Fratelli d’Italia continueremo a batterci affinché tutti prendano coscienza di quanto accaduto, indistintamente dal colore politico, affinché non siano dimenticate, al di là degli approcci ideologizzati, tutte queste persone barbaramente uccise.

“Su tutto dobbiamo denunciare una nota stonata da parte dell’Amministrazione pentastellata e del Sindaco Raggi, che soltanto oggi ci fa giungere l’invito in maniera tardiva, chiedendo di dare conferma sempre per oggi, a partecipare ad una visita di tre giorni presso i luoghi significativi delle Foibe, insieme ad alcuni ragazzi delle scuole superiori romane, un gesto da parte dei grillini di scarsa considerazione nei riguardi delle forze politiche e delle persone che sono morte”.

Fresco Market
Fresco Market

Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti