Gerini storia infinita

L’Assemblea capitolina ha approvato una delibera, presentata dal vicesindaco e assessore al Patrimonio Luigi Nieri, relativa alla sua acquisizione
di Federico Carabetta - 30 Settembre 2013

L’Assemblea capitolina ha approvato una delibera, presentata dal vicesindaco e assessore al Patrimonio Luigi Nieri, relativa all’acquisizione dell’ex Teatro Gerini, ceduto gratuitamente (!) all’Amministrazione.

E’ un bene di grande valore e di fondamentale importanza per promuovere la cultura in periferia. L’immobile sarà immediatamente iscritto al patrimonio comunale.

“Si tratta di un’acquisizione molto significativa. – ha dichiarato Luigi Nieri – L’area dell’ex complesso Gerini sulla Tiburtina ha rappresentato da sempre un polo di aggregazione sociale e culturale importante per gli abitanti dell’ex V Municipio. I cittadini e le associazioni del territorio, infatti, hanno condotto una lunga battaglia per impedire la demolizione del cinema-teatro Gerini presente all’interno del complesso, soprattutto perché si tratta dell’unica struttura teatrale presente nel Municipio. Sarà restituita ai cittadini una sala da 1.500 posti e Roma Capitale, attraverso questa acquisizione, renderà pubblico uno spazio culturale privato che era stato chiuso e lasciato nel degrado”.

La delibera dispone l’accettazione della cessione gratuita, da parte della Società Amplired S.p.A., dell’ex complesso Gerini e della relativa area di pertinenza, siti in Via Tiburtina 986, nel IV Municipio. L’area viene ceduta libera da ogni onere e tutte le spese relative sono a carico dei cedenti. La Società Amplired si è impegnata ad accettare, a condizione che le venga riconosciuto dall’Amministrazione il diritto di realizzare sulla restante parte del lotto anche la volumetria derivante dalla demolizione del manufatto (demolizione che era prevista dalla Società e che è stata sventata a seguito dell’acquisizione del teatro da parte di Roma Capitale).

Luglio 2007, più di sei anni prima, Abitare A pubblicava il seguente comunicato:

Salvo il Gerini – Comunicato del Presidente Ivano Caradonna – In merito al teatro Gerini questo Municipio con una seduta del Consiglio Municipale del 13 settembre 2002, quindi in epoca antecedente all’approvazione del N.P.R.G. e al verificarsi della vicenda, ha deliberato, a proposito delle Osservazioni al N.P.R.G., di mantenere le stesse destinazioni d’uso dei locali del teatro, a dimostrazione che si è sempre condivisa la necessità di dotare le periferie di strutture dedicate alla cultura ed ai processi di socializzazione. Questa Presidenza ribadisce che il teatro Gerini ha rappresentato e rappresenta un punto molto importante per la crescita culturale del territorio.

L’iniziativa portata avanti dai cittadini ha trovato nel Municipio un osservatore attento ed un interlocutore disponibile, con l’obiettivo di creare le condizioni per una soluzione condivisa ed in grado di recepire le istanze avanzate in termini di servizi sociali e culturali.

In data 15 giugno 2007, è stato approvato con l’unanimità dei votanti un O.d.G. del Consiglio Municipale al fine di promuovere tutte le iniziative necessarie con il Sindaco di Roma e con le autorità competenti, per rispondere alle necessità territoriali, specialmente rispetto alla salvaguardia degli spazi aggregativi sociali, religiosi e culturali, ivi compreso il teatro.

Adotta Abitare A

Tramite l’intermediazione del Municipio e della precedente Giunta Comunale, condividendo la necessità di mantenere in vita il teatro, si è giunti, quindi, a Dicembre del 2007 ad un impegno da parte della proprietà a cedere la struttura al Comune di Roma in cambio della stessa cubatura al di fuori dell’area del teatro stesso.

L’impegno nel sostenere questa causa è tra le nostre priorità, cosa riconosciuta tra l’altro da tante associazioni e singoli cittadini. Si resta dispiaciuti, pertanto, per il tono usato nell’articolo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti