Golden Gala: ecco gli italiani in gara all’olimpico

Presentati i 14 atleti che parteciperanno al meeting di Roma. Tra questi: Di Martino, Grenot, Cerutti e Di Gregorio
di Alessia Ciccotti - 8 Luglio 2009

Antonietta Di Martino e Emanuele Di Gregorio

Dallo Stadio Adriatico di Pescara all’Olimpico di Roma il passo è veramente breve e a meno di una settimana dal termine dei Giochi del Mediterraneo gli azzurri dell’atletica leggera si preparano a regalare ancora emozioni nel meeting internazionale del Golden Gala. Presentati infatti i 14 atleti, 9 donne e 5 uomini, che saranno in gara venerdì 3 luglio a partire dalle 19:15.

La prima a scendere in pista sarà la primatista italiana Anna Giordano Bruno che, nell’asta della leader mondiale Elena Isinbaeva, cercherà la sua miglior misura; dopo di lei Vincenza Calì sui 100 metri piani; intorno alle 19:40, toccherà invece ai due medagliati degli Euroindoor di Torino e di Pescara 2009, Fabio Cerutti ed Emanuele Di Gregorio, lanciati verso i loro crono migliori. Cerutti ha già corso in 10.15 in Svizzera al Résisprint; Di Gregorio ha ripetuto per due volte al centesimo il 10.21 del suo personal best. Con loro anche Simone Collio e Jacques Riparelli, appena rientrato alle gare, dopo un breve stop per problemi fisici. Intorno alle 20:00 partirà la sfida del salto in alto tra Antonietta Di Martino, reduce dall’1,97 d’oro saltato, nonostante una notte insonne, ai Giochi del Mediterraneo, e la croata campionessa del mondo in carica Blanka Vlasic, quest’anno già salita a quota 2,05 due mesi fa Doha, mentre la primatista italiana assoluta si è affacciata sui 2 metri in occasione del Campionato Europeo a squadre di Leiria. Ed ha tutta la determinazione per volerci presto tornare di nuovo.

Prevista invece per le 20:45 la partenza dei 100hs femminili in cui sarà impegnata la nostra Micol Cattaneo, bronzo a Pescara. Fare una gran gara per lei significherebbe finalmente centrare quel primato italiano, 12.97, che ha già sfiorato. Negli 800 metri, alle 21:23, partiranno prima le donne, Elisa Cusma che a Pescara si è messa al collo due ori, doppiando il successo anche sui 1500, e Daniela Reina in cerca di ulteriori progressi sul doppio giro di pista, distanza su cui si è proiettata con convinzione da quest’anno, e poi gli uomini dove ci sarà l’altoatesino Lukas Rifesser. Poco dopo nei 400 metri sarà la volta di Libania Grenot. La quattrocentista si presenta sull’anello rosso dell’Olimpico con un accredito di 50.30 appena corso in solitaria ai Giochi del Mediterraneo; crono che oltre a valere la cifra del suo ennesimo primato italiano, ne fanno ad oggi la quinta donna al mondo quest’anno sul giro di pista. Prospettiva di certo interessante, soprattutto in considerazione del fatto che a Roma dovrà vedersela con le statunitensi Sanya Richards, capolista mondiale stagionale con il 49.23 di Oslo, ed Allyson Felix, oro mondiale e argento olimpico dei 200, insieme alle giamaicane Shericka Williams, argento a Pechino 2008, e Novlene Williams-Mills, bronzo mondiale ad Osaka.

Restando alle italiane, attenzione anche ad Elena Romagnolo sui 3000 siepi. La primatista italiana assoluta della specialità ha già dato un’ottima prova d’efficienza con il personal best d’argento sui 5000 a Pescara. Per battere ancora una volta il cronometro, al Golden Gala, dove scenderà in pista sul finire della serata verso le 22, dovrà essere brava ad inseguire la scia della campionessa olimpica e primatista mondiale Galkina-Samitova. Insieme a lei chiuderà la serata azzurra Benedetta Ceccarelli sui 400hs.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti