Golden Gala: Richards, Felix, Williams ci saranno

Le migliori quattrocentiste al mondo hanno confermato la partecipazione al meeting di Roma. Intanto a Pescara l’Italia fa il pieno di medaglie
di Alessia Ciccotti - 2 Luglio 2009

Sarà un giro di pista veramente stellare quello che si preannuncia al Golden Gala, terza tappa della Iaag Golden League in programma venerdì 10 luglio allo stadio Olimpico di Roma. Per la gare dei 400 metri donne infatti hanno confermato la loro partecipazione al meeting le migliori atlete al mondo, a cominciare da Sanya Richards, la statunitense dominatrice della specialità, vincitrice del Jackpot Golden League 2006-2007, quest’anno capace di correre già in 49.57, ma sempre battuta nelle occasioni che contano negli ultimi due anni. Contro di lei la connazionale Alyson Felix, due volte campionessa mondiale dei 200 metri e argento olimpico su questa distanza, ma che non disdegna puntate ormai molto più che occasionali sul percorso doppio e che quest’anno ha corso in 50.50. Con loro anche l’argento olimpico di Pechino, la giamaicana Shericka Williams.

Difficile credere che ci sarà spazio per le speranze delle altre che scenderanno in pista, ma nonostante questo l’azzurra Libania Grenot, ci crede forte del suo primato italiano appena migliorato. Proprio giovedì pomeriggio, infatti, ai Giochi del Mediterraneo, in programma fino al 5 luglio a Pescara, la cubana e romana d’adozione ha vinto la medaglia d’oro con il tempo di 50.30. Il record precedente, 50.83, l’aveva ottenuto a Pechino il 17 agosto dello scorso anno, in occasione della semifinale olimpica. Il tempo realizzato dalla Grenot, è il quarto al mondo quest’anno (il secondo in Europa), nella lista guidata dalla statunitense Sanya Richards. «Sono senza parole – il commento dell’azzurra – me lo aspettavo, ma non così. Sono orgogliosa di me. Ringrazio il mio tecnico Pisani, stiamo lavorando tanto e questi sono i risultati. Sento che posso scendere sotto i ’50. Al Golden Gala ci sono avversarie fortissime, vediamo che succede. Dedico questa vittoria a mio marito».

Giochi del Mediterraneo

Cresce quindi il medagliere azzurro a questi giochi che sale a quota 17 medaglie e conferma la leadership italiana, davanti alla Francia (a 7 medaglie) e alla Grecia (6 medaglie).

Solo nella giornata di mercoledì sono arrivati: un oro dal salto in lungo con Tania Vicenzino che ha vinto stabilendo il suo primato personale outdoor con 6,54 m; tre argenti e tre bronzi invece nei 100 metri maschili con Di Gregorio (10.21) e Cerutti (10.23), nel peso femminile con Assunta Legnante (17,44 m) e la primatista italiana Chiara Rosa (17,24 m), nei 5000 m donne con Elena Romagnolo che ha stabilito il suo primato con 15:13.19 e Silvia Weissteiner che ha fermato il cronometro a 15:15.95.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti