IV Municipio: un Consiglio movimentato

Interruzioni e contrasti hanno animato la seduta del 5 giugno
Enzo Luciani - 5 Giugno 2008

Le aspettative poste nella seduta del Consiglio del IV Municipio, svoltasi nella mattinata del 5 giugno, hanno tutt’altro che soddisfatto i politici e cittadini, contribuendo ad amplificare le divisioni interne alla maggioranza ed i contrasti con l’opposizione.
Da quello che dichiarano, in una nota ad Omniroma, i capigruppo di minoranza Alfredo D’Antimi (PD), Michela Pace (SA), Romeo Iurescia (IdV) e Alessandro Cardente (Verdi) “la maggioranza non sarebbe stata nemmeno in grado di garantire il minimo numero legale. Alla seduta era presente con 9 consiglieri su 15, e solo la presenza di tutti i 10 consiglieri dell’opposizione ha permesso alla seduta di aprirsi". Questo gesto di responsabilità sarebbe stato assunto dal Pd per permettere l’avvio della discussione sulle linee programmatiche del Presidente Bonelli.

Ma il Consiglio è stato caratterizzato da una serie di interruzioni e contrasti. Il presidente dell’aula Borgheresi (PDL) ha sospeso la seduta in risposta ad una richiesta pregiudiziale presentata dall’opposizione per la mancata ufficializzazione della nomina di Filini, non più consigliere ma nuovo membro della Giunta.

Secondo il Pd "il presidente del Municipio avrebbe sospeso la seduta, per più di un’ora, consapevole che la maggioranza avrebbe rischiato di essere battuta, e quindi non si sarebbe più potuto discutere il programma”.

Un altro episodio ha animato la seduta del parlamentino di Montesacro. Motivo scatenante la presenza di alcuni cittadini che stavano riprendendo, con una telecamera, la seduta del Consiglio. Il presidente ha richiesto per evitare che si filmasse la seduta, effettivamente vietato da regolamento, l’intervento di una vigilessa che, addirittura armata, ha sequestrato le telecamere.

Durissime le reazioni dell’opposizione che ha richiesto che le telecamere fossero restituite e le riprese, semplicemente, vietate.

"In queste ore – spiega il comunicato dei consiglieri di minoranza – il consiglio è ancora adunato, ma fermo sulle pregiudiziali, poiché la maggioranza non ha i numeri per approvare il programma e lo stesso vice-capogruppo della PDL Giuseppe Sorrenti ha richiesto una riunione per discutere della violazione ai regolamenti denunciata dall’opposizione". 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti