La Giunta comunale conferma le costruzioni a Borghetto dei Pescatori

Bordoni: "Le nuove abitazioni invece di consumare energia, la produrranno"
Comunicato stampa - 21 Maggio 2009

La Giunta comunale ha confermato l’assegnazione del diritto di superficie a favore della società Coop. Ed. Borghetto dei Pescatori per un intervento di edilizia a credito ordinario. L’intervento, conosciuto con il nome di Piano di Zona B43, ha un importo totale di oltre un milione e trecentomila euro e prevede la costruzione di una cubatura residenziale di oltre 23.000 mc e non residenziale di 1.200 mc.
Il Piano di Zona è un progetto a doppia valenza: la prima è quella di creare alloggi intorno al nucleo originario della comunità dei pescatori e la seconda è quella di permettere il recupero urbanistico attraverso l’integrazione di servizi di cui oggi il quartiere è sostanzialmente privo. Oltre alle abitazioni, si prevede infatti la costruzione di una scuola, il recupero del verde e dell’area adiacente la ferrovia, la riqualificazione del sagrato della Chiesa e delle strade. Nelle abitazioni non ci saranno caldaie ma i pavimenti irradieranno calore attraverso allo scambio termico prodotto dalle sonde geotermiche profonde 130 metri, previste dal piano. Il progetto prevede la costruzione di 80 alloggi che saranno realizzati nell’ottica del risparmio energetico e delle nuove tecnologie edilizie, che consentiranno una gestione energetica degli alloggi del costo di € 200 l’anno invece delle € 1.800 occorrenti per un alloggio costruito con le tecniche tradizionali. Sarà inoltre realizzato un impianto solare termico centralizzato per la produzione di acqua calda e saranno installati pannelli fotovoltaici per fornire tutta l’energia elettrica occorrente. Si tratta del primo progetto di edilizia residenziale pubblica in Italia in classe A+, un indice che sta a indicare che il quartiere produce più energia di quanta ne consumi.

“Si tratta di un progetto all’avanguardia presentato alle Università di Parigi e Bologna – ha dichiarato l’Assessore alle Attività produttive e Litorale Davide Bordoni –  interamente pensato secondo le nuove e più moderne tecnologie edilizie, che consentiranno un notevole risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente: invece di consumare, le nuove abitazioni produrranno energia. Sorgerà un nuovo quartiere che integra tradizione e innovazione. La conferma del Piano di Zona al Borghetto dei Pescatori è un altro segnale concreto da parte dell’Amministrazione a favore della riqualificazione e valorizzazione del Litorale romano e del XIII Municipio”.
“In zona Cesarini abbiamo salvato un progetto che stava decadendo per decorrenza dei termini procedurali – ha dichiarato l’Assessore all’Urbanistica Marco Corsini – infatti era stato presentato nel 2002 ma non era stato dato allo stesso il previsto corso. Grazie ad un grande “colpo di reni” dell’Amministrazione Alemanno il progetto è stato approvato dalla Giunta”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti