La seduta del Consiglio IV Municipio del 19 maggio

Approvata Consiglio del IV Municipio mozione per apertura nuova sede per il Servizio Disabili Adulti. Respinta mozione sull’area sportiva di via Morrovalle e approvata mozione su un Progetto di “Educazione Sentimentale”

La seduta del Consiglio del IV Municipio del 19 maggio 2022 si è aperta, come per quella della settimana precedente, affrontando una tematica nell’ambito delle Politiche Sociali, ossia la presentazione di una mozione – a firma della Presidente della Commissione Politiche Sociali Silvia Remediani – mediante la quale il Consiglio dà mandato al Presidente Massimiliano Umberti e all’Assessore competente di sollecitare la ASL RM2 all’individuazione di una struttura idonea e senza barriere architettoniche nel territorio del IV Municipio dove poter aprire una nuova sede per il Servizio Disabili Adulti. Tale necessità, nelle dichiarazioni della Presidente Remediani, nasce dal fatto che attualmente l’unico ufficio preposto a tale servizio è presente solo in via degli Eucalipti a Centocelle ossia nel territorio di un altro Municipio, il V.

Tale mozione, ricorda Remediani, nasce da una richiesta precisa di 20 familiari di disabili residenti nel IV Municipio, poiché l’attuale ufficio di Centocelle prende in carico tutti i disabili a partire dal 18° anno di età e quindi l’assenza di un tale Servizio nel territorio municipale rende ulteriormente gravosa la gestione di situazioni già spesso pesantemente penalizzate dalle loro problematiche personali. La richiesta di apertura di un servizio dedicato sul territorio, ha tenuto a precisare Remediani, va intesa come apertura di un ufficio ex novo e non come richiesta di spostamento dell’ufficio attualmente presente a Centocelle, perché si intende migliorare la qualità della vita dei cittadini di un territorio senza tuttavia penalizzare i cittadini di altri municipi. Tale tipologia di servizio infatti, laddove presente, costituisce una particolare attenzione nei confronti dei disabili (e delle loro famiglie) poiché consente di razionalizzare la gestione delle problematiche anche dal punto di vista logistico e della gestione dei tempi.

Il provvedimento è stato approvato col voto unanime di tutti i gruppi consiliari, “a dimostrazione che quando c’è un tema così sensibile” – ha dichiarato Remediani “le richieste dei cittadini possono essere sostenute da tutti”.

Tale clima di concordia non si è invece rilevato quando si è discussa la mozione a firma dei consiglieri Roberta Della Casa e Stefano Rosati, avente per oggetto l’area sportiva di via Morrovalle (San Basilio), con la quale il M5S chiedeva al Municipio di intervenire per l’implementazione della struttura e la messa in sicurezza dell’area.

Noleggio attrezzature a Roma

La maggioranza, nel commentare il documento, ha iniziato con lo stigmatizzare il messaggio contenuto già all’inizio del testo, dove veniva sottolineato che la mozione veniva considerata irricevibile sia – come espresso dal consigliere Gianluigi Bardini di Roma Futura – per la considerazione del quartiere di San Basilio, presentato come una zona in cui si fa riferimento esclusivamente alla presenza della criminalità nel quartiere, sia per una errata idea di approccio progettuale sull’area. Nello specifico, la maggioranza ha evidenziato che ci si trovava di fronte ad una situazione preesistente non sanabile semplicemente con i piccoli interventi ad hoc proposti, ma che c’è bisogno di un ripensamento complessivo dell’area, anche per motivi inerenti la sicurezza degli utenti della struttura. La maggioranza quindi, nel considerare il provvedimento riduttivo nei contenuti progettuali ed offensivo per la fotografia che veniva data del quartiere, ha invitato -tramite l’intervento del Consigliere Federico Proietti con cui si sottolineava il voto contrario ad un atto non modificabile – i firmatari a ripresentare un documento da condividere nelle commissioni Assetto del Territorio e Sport e Cultura per affrontare insieme il tema in maniera organica, ragionando quindi su una proposta più funzionale per il quartiere di San Basilio.

Il Consiglio nella sua ultima parte si è chiuso con la presentazione di un Progetto di “Educazione Sentimentale nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado”, progetto presentato congiuntamente dalle Commissioni Pari Opportunità e Scuola del Municipio, che ha visto come prima firmataria la vicepresidente della Commissione Pari Opportunità Carla Corciulo (Sinistra Civica Ecologista).

La Consigliera Danila Fruci, Presidente della Commissione Scuola, nella presentazione della mozione, ha imperniato il suo intervento basandosi sul fatto che la pedagogia va vista come unica speranza concreta per analizzare e prevenire i fenomeni di violenza sociale.

La mozione infatti, come sottolineato successivamente in aula dalla Presidente di Commissione Pari Opportunità Sarah Pelliccia, nasce dalla constatazione che necessariamente dall’educazione nelle scuole si parte per arrivare ad un clima culturale contro la violenza. “L’educazione sentimentale è una progettualità” ha quindi dichiarato la Consigliera Pelliccia “che il municipio intende sottoporre agli istituti scolastici del territorio ed è rivolta al contrasto della violenza di genere, perché è partendo proprio dalla consapevolezza di sé e della propria sfera emotiva che i ragazzi e i bambini possono sviluppare quelle caratteristiche comportamentali che in futuro formeranno dei cittadini attenti e sensibili. Partendo dalla scuola e dalla formazione possiamo contrastare il fenomeno della violenza poiché la cultura della non violenza e della non aggressione vanno insegnate e trasmesse già in età giovane.”

La mozione ha visto un voto favorevole sia dei consiglieri di maggioranza sia del gruppo del Movimento 5 stelle, mentre il gruppo di Fratelli d’Italia è stato l’unico ad esprimere un voto contrario al provvedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati