Maximo, Lepidini (PD): “Apertura per il black friday è irresponsabilità istituzionale collettiva”

Comunicato stampa - 26 Novembre 2020

“La cartellonistica pubblicitaria, accompagnata dalle insegne dei marchi scoperte, e annunci vari che danno per certa per domani, giorno del black friday, l’apertura del nuovo centro commerciale MAXIMO, fanno pensare a una decisione irresponsabile nel mezzo di una seconda ondata della pandemia Covid-19”.

E’ quanto dichiara in una nota Alessandro Lepidini, consigliere PD al Municipio 9 e candidato presidente.

“L’apertura, pur con tutte le precauzioni, –  continua il consigliere –  è un’offesa ai sacrifici dovuti alle restrizioni alle quali tutti siamo chiamati, solo a considerare che l’ultimo Dpcm del 3 novembre stabilisce per le zone gialle come il Lazio il coprifuoco e raccomanda fortemente ai cittadini di non spostarsi salvo per esigenze lavorative,di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi. Chiedo a tutti i soggetti istituzionali, titolari di responsabilità pubbliche, Prefetto di Roma compreso, se far aprire il Maximo per il black friday è compatibile nel mezzo della seconda ondata della pandemia”.

“Un’apertura – precisa Lepidini – che sotto il profilo amministrativo viene decisa dalla giunta capitolina 5S senza il rispetto per il territorio, il Laurentino, che il Pru avrebbe dovuto riqualificare, in spregio alle più elementari regole di trasparenza. Nell’ultima commissione urbanistica capitolina del 18 novembre ci hanno raccontato di un atto d’obbligo che presumibilmente ha visto e valutato la sola maggioranza, con benefici per i cittadini del Laurentino tutti da dimostrare vista un’apertura che avviene senza le previste opere pubbliche. E con il Municipio 5 stelle arroccato nel più totale silenzio a fronte di una e-mail, rimasta senza risposta con richiesta di eventuali atti circa la conferenza di servizi che, se tenutasi, deve essersi svolta in forma lampo coperta dal più completo mistero, alla faccia della tanto della sbandierata trasparenza pentastellata. Una irresponsabilità collettiva i cui protagonisti – conclude Lepidini – saranno in ogni caso chiamati a rispondere, una volta che le carte saranno rese accessibili”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti