Nessun controllo sui locali di Torpignattara

Ennesima notte insonne dei residenti a causa del principio d'incendio in una discoteca in via Labico
Rubrica e-mail dei lettori - 19 Dicembre 2012
Abitare A Speciale

Vi segnalo l’ultima notte in bianco per colpa della discoteca sita in via Casilina 497 detta i Picari.
Questa volta non per colpa della musica alta o per schiamazzi o per risse, ma per qualcosa di più grave, un inizio d’incendio, fortuna che il locale era chiuso e all’interno non c’era nessuno. Le fiamme non sono divampate per l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Alle 3,00 della notte tra martedì 18 e mercoledì 19 dicembre siamo stati sbalzati dal letto, tutti gli abitanti di via Labico dal numero civico 1 fino all’altezza dell’ospedale e vie limitrofe per via di rumori pazzeschi. I residenti allarmati sono scesi in strada, c’era un’ambulanza, quattro vetture della polizia, un’autobotte dei vigili del fuoco e una volante dei vigili urbani, in tutto una quindicina di persone.

I rumori erano dovuti all’apertura di saracinesche e porte, se possiamo chiamarle di sicurezza, per poter entrare nella discoteca, lato via Labico dove c’è la “cucina”, ovviamente non sappiamo le cause del principio d’incendio, noi pensiamo ad un corto circuito o qualcosa di simile, tanto fumo, un po’ di panico per via dei rumori durati fino alle 5,00.

La mia rabbia e quella di tutti i residenti della zona è quella di aver denunciato da anni le carenze di sicurezza e d’igiene di questo locale e di osservare tantissimi locali del quartiere che operano senza rispettare le regole basilari, SICUREZZA E IGIENE, e non c’è bisogno di esperti del settore per capire che non vengono fatti dei controlli accurati. Mi sono riletta alcune mail e lettere di denuncia, inviate a più riprese a chi di dovere, tutto scritto per filo e per segno.

Ora il locale è transennato, speriamo che venga chiuso definitivamente, lo dico per la sicurezza di tutti i residenti che vivono nell’area e per il decoro del quartiere. E’ un locale che non ha mai avuto e non ha i requisiti per essere aperto al pubblico eppure sta lì… Tra i residenti sono partite già le scommesse, qualcuno dice che sabato sarà aperto e continuerà indisturbato le sue"attività". Spero che perdano la scommessa.

Una cittadina di Torpignattara


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti