Parco di Centocelle: autodemolitori da spostare per il Giubileo 2025, ma dove?

La questione principale è il trasferimento dei 27 autodemolitori che occupano attualmente il lato orientale del parco, su viale Palmiro Togliatti

Il tempo stringe per il Giubileo 2025 e il parco archeologico di Centocelle, che sarà una delle sedi degli eventi, deve essere bonificato e riqualificato. La questione principale è il trasferimento dei 27 autodemolitori che occupano attualmente il lato orientale del parco, su viale Palmiro Togliatti.

L’assessora all’Ambiente Sabrina Alfonsi ha promesso una decisione imminente:

  • 15 dei 27 impianti sono andati distrutti in un incendio nel luglio 2022. Solo uno dei proprietari ha avviato la bonifica come da ordinanza, per gli altri 14 si procederà con un’azione in danno.
  • La bonifica è necessaria per poter poi procedere con il trasferimento degli autodemolitori e il rientro in possesso delle aree da parte del Comune, che sono private.
  • Tre ipotesi per il trasferimento: espropri singoli (in particolare di aree Ater), un progetto unitario con espropri collegati tramite passaggio in aula, o l’utilizzo dei poteri commissariali.
  • La decisione sul futuro degli autodemolitori dovrebbe arrivare entro la prossima settimana.

Spostamento fuori dal Raccordo ancora in alto mare:

L’area individuata dal sindaco Gualtieri era l’ex campo rom della Barbuta, ma il progetto è stato bloccato dal parere negativo della Soprintendenza.

Il Comune ha inviato una nota per chiedere una nuova valutazione, ma la questione è diventata oggetto di scontro politico tra il Comune e il governo Meloni, che sostiene le proteste dei residenti di Ciampino.

Il tempo stringe e la soluzione non è ancora chiara. Le diverse posizioni in gioco complicano il raggiungimento di un accordo.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento