Più traffico e meno parcheggi in via Collatina

Un cittadino lamenta la situazione della mobilità nella zona
riceviamo e pubblichiamo - 17 Dicembre 2012
Abitare A Speciale
Negli ultimi periodi, camminando nelle strade del quartiere Collatino, abbiamo assistito ad un cambiamento radicale dell’estetica e della manutenzione della strada principale del nostro quartiere.   In particolare si nota che il tratto che va dall’incrocio con via Prenestina fino all’Ipermercato Auchan dove tutto è in ordine, pulito e ben funzionale con i marciapiedi molto larghi (sicuramente troppo!!?) e ricchi di panchine e piante ornamentali e soprattutto ci si è preoccupati di costruire tutti i saliscendi per gli handicappati secondo la vigente normativa europea.   Al contrario sono stati ridotti notevolmente il numero dei posti per il parcheggio delle autovetture sia per i cittadini residenti e sia per i clienti delle attività commerciali che lamentano tutti questi disagio.   Parcheggiare oggi una autovettura nel quartiere Collatino è veramente problematico: forse è più facile vincere al Supernalotto che trovare un parcheggio in questa quartiere   Chi vuole divertirsi a vedere lo sci a Roma dovrebbe percorrere questa strada durante le ore pomeridiane: dove è ubicato il nuovo ufficio postale (al posto del negozio BlockBuster) e la nuova gelateria “Blu Ice” troveranno uno scenario pronto: gli autisti dell’Atac sono costretti ad effettuare gimkane e slalom tra le vetture parcheggiate in seconda fila, degne della famosa sciatrice Debora Compagnoni (ma, purtroppo, non con la stessa rapidità…).   Qui la situazione si fa drammatica se teniamo conto dello spazio occupato da grossi autocarri che, anziché effettuare solo lo scarico delle merci  sostano perennemente sulla stessa via Collatina, (vedasi in particolare la zona davanti alla Frutteria ubicata nelle vicinanze dello sportello bancario Unicredit Banca (via Collatina 65),  togliendo parcheggi utili alle autovetture dei residenti.   Sarebbe il caso di creare un’area temporanea da adibire a carico e scarico delle merci e poi ripartire di buona luna.   Da non dimenticare che l’apertura pomeridiano degli uffici postali di via Collatina ha portato vantaggi agli utenti che impiegano meno tempo e fila  per effettuare i loro servizi postali ma se ne approfittano parcheggiando la loro vettura in seconda fila.   Riteniamo opportuno invitare gli attuali consiglieri municipali del VI° e del VII° Municipio e soprattutto tutti quelli che verranno eletti nel nuovo unico Municipio a combattere tale degrado, prevenendo per quanto possibile l’aumento caotico del traffico e, soprattutto, ad aumentare gli spazi da adibire a parcheggio in via Collatina e, soprattutto, a preoccuparsi in primo luogo ad aumentare  le aree da adibire a parcheggi lungo tutta la via H. Spencer e , in particolare, di rivedere l’attuale progetto che prevede grandi spazi da adibire al parco Collatino e poco spazio da adibire ai parcheggi delle autovetture, tenendo presente l’ulteriore riduzione di parcheggi che è stata fatta su via Dino Penazzato   L’augurio, allora, è che la nostra sollecitazione crei una  maggiore sensibilità verso i problemi segnalati e, soprattutto, che ricordi a tutti i cittadini (in particolare quelli automobilisti) di non sentirsi tali solo nei giorni in cui si va a votare. Cittadino, del resto, deriva da “civis”, cioè città, civiltà, ed è dunque onere di tutti, ogni giorno, adoperarsi perché si viva e si riesca a trovare un degno parcheggio, in maniera civile.   Domenico Ventresca

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti