Presentato il progetto della Lipu Go Green: volontari per natura

A Castel di Guido con il pieno appoggio del XVIII Municipio, l'iniziativa favorirà l'aggregazione degli adolescenti attraverso il volontariato ambientale
di Franco Leggeri - 13 Maggio 2009

E’ stato presentato il progetto della Lipu Go Green: volontari per natura a Castel di Guido con il pieno appoggio del Municipio 18, del Presidente Daniele Giannini, Ass.Patrizio Veronelli e Ass.Roberto Valci. Il Progetto intende favorireil’ aggregazione per adolescenti attraverso il volontariato ambientale

Di che cosa si tratta

Il progetto vuole seguire i giovani in età adolescenziale (14-17 anni) di 3 Regioni (Lombardia, Lazio e Sicilia), al di fuori del contesto scolastico, per un periodo di 2 anni con la possibilità di implementarlo negli anni successivi. Il progetto prevede un percorso che porterà gli adolescenti a toccare varie tappe di crescita culturale e soprattutto personale attraverso le attività di volontariato ambientale. Si tratta di un cammino che prevede e comprende l’ispirazione e la crescita di alcuni valori negli adolescenti partecipanti, nonché la formazione in ambito naturalistico (manutenzione dei sentieri, censimento degli animali e delle piante, organizzazione delle visite guidate, organizzazione e gestione di una ludoteca naturalistica) con lo scopo di creare un gruppo di volontari preparati e responsabili nei confronti dell’ambiente e delle altre persone. Gli adolescenti avranno a disposizione una sede in ogni regione: l’Oasi Cesano Maderno in Provincia di Milano, l’Oasi Castel di Guido in Provincia di Roma e la Riserva LIPU Saline di Priolo in Provincia di Siracusa. In queste sedi i giovani coinvolti seguiranno un corso di formazione sulle caratteristiche ambientali del proprio territorio e sull’animazione naturalistica e potranno poi applicare e sperimentare quello che avranno imparato a progettare come gruppo di lavoro. Il percorso prevede una prima fase con attività che aiuteranno i giovani partecipanti a conoscersi e a prendere familiarità con l’ambiente. In seguito si sviluppa in altre fasi che prevedranno attività di team building e di lavoro pratico nell’oasi, portando i ragazzi ad assumersi sempre più responsabilità fino a rendersi autonomi e responsabili di alcuni compiti. Di pari passo con questo percorso gli adolescenti verranno formati anche dal punto di vista naturalistico, imparando a riconoscere, a “leggere” e a valorizzare il proprio territorio. I giovani partecipanti testimonieranno tutto il loro percorso filmando i momenti più significativi del progetto e montando un documentario che racconterà il loro “viaggio” con l’aiuto di un documentarista esperto che li formerà e seguirà nel lavoro. Il documentario e i risultati della valutazione del progetto costituiranno il punto di base per l’organizzazione di un convegno sui giovani e il volontariato ambientale, di cui i partecipanti al progetto saranno i protagonisti assoluti e che aiuterà a diffondere sul territorio italiano il valore dei giovani nel volontariato di tipo ambientale.

La dimensione territoriale

Il progetto verrà eseguito contemporaneamente in 3 Regioni (Lombardia, Lazio e Sicilia). Per la Lombardia si cercherà di coinvolgere soprattutto gli adolescenti dell’hinterland milanese e la sede del percorso formativo (dei corsi di formazione e della maggiorparte delle esperienze di lavoro pratico) sarà l’Oasi di Cesano Maderno nel Comune di Cesano Maderno, ben raggiungibile con le Ferrovie Nord da tutte le aree dell’hinterland Milanese. Per il Lazio gli adolescenti coinvolti saranno soprattutto quelli delle periferie Roma Nord del Comune di Roma e la sede del percorso formativo sarà l’Oasi LIPU Castel di Guido, situata a Nord del Comune di Roma e servita dagli autobus di linea. Per la Sicilia gli adolescenti coinvolti saranno soprattutto quelli della Provincia di Siracusa e la sede sarà la Riserva Naturale LIPU Saline di Priolo, ben raggiungibile con i mezzi . Inoltre, gli adolescenti partecipanti potranno usufruire di un servizio di trasporto gratuito (un pulmino) qualora si dovessero spostare in altre zone dell’area o fossero in difficoltà a raggiungere la sede del percorso formativo. Il convegno finale verrà organizzato a Roma e invitati anche i media nazionali. Copie del documentario sul percorso formativo degli adolescenti partecipanti realizzato da loro stessi con l’aiuto del documentarista verranno spedite gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta sul territorio italiano.

La Lipu

La Lipulavora su tutta Italia per la protezione e sensibilizzazione ambientale attraverso circa 30 Oasi, una decina di Centri Recupero Fauna Selvatica e circa 100 delegazioni di volontariato. I progetti attivi sono numerosi, per citarne alcuni riguardanti l’educazione ambientale e il volontariato: il progetto "Spring Alive!" rivolto a tutte le scuole in Italia, il Progetto "Voli senza frontiere" per portare i bambini nelle Oasi LIPU, il progetto "Gruppi locali di conservazione" in cui i volontari "adottano" un’area del loro territorio, il progetto "ComunicAmbiente" in cui vengono formati gli insegnanti sui temi legati ai cambiamenti climatici, il progetto "Tutti nella Rete!" in cui le scuole scoprano la Rete Natura 2000.

Per info: Dott.ssa Alessia de Lorenzis Tel. 3285569123- e.mail: oasi.casteldiguido@lipu.it  

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti