Progetto ‘Verso Casa’: la Capitale affronta il fenomeno dei senza dimora nel II municipio

Coprogettazione nel II municipio: unire le risorse del terzo settore per un accompagnamento personalizzato verso l'autonomia individuale

Il II municipio di Roma è uno dei più gravemente colpiti dalla problematica dei senzatetto e dei viandanti. La sua posizione strategica, con la presenza della stazione Tiburtina e la vicinanza al quadrante dell’Esquilino e quindi a Termini, porta ogni giorno decine di individui a attraversare il territorio senza una meta definita e senza una dimora stabile. La crescente precarietà abitativa e il costo della vita elevato mettono sempre più persone a rischio di sfratto.

In risposta a questa emergenza, è stato avviato il progetto “Verso Casa”, finanziato da Roma Capitale con un budget di 800mila euro. Attraverso un avviso pubblico rivolto agli enti del terzo settore, si promuove la creazione di una squadra multidisciplinare, una sorta di “task force”, composta da psicologi, medici, assistenti sociali, mediatori e formatori.

Questa squadra opererà sul territorio, concentrando i propri sforzi nelle zone più critiche frequentate dai senzatetto, come piazza dei Siculi, San Lorenzo, piazza Bologna e le aree limitrofe alla stazione Tiburtina.

Il progetto ha diverse finalità specifiche, tra cui la mappatura delle situazioni di marginalità, l’orientamento e l’assistenza ai senzatetto, nonché la costruzione di relazioni stabili e di fiducia tra i servizi sociali di Roma Capitale e le persone senzatetto.

L’obiettivo finale è quello di favorire l’inserimento dei senzatetto in soluzioni abitative personalizzate, che possono variare dalla temporanea ospitalità in strutture ricettive al supporto per il pagamento dell’affitto, fino a progetti di coabitazione in appartamenti pubblici o privati.

Per sostenere questo ambizioso progetto sociale, il Comune ha stanziato un totale di 728.015,04 euro, distribuiti in tre annualità. Nel 2024, al II municipio saranno destinati 273.005,64 euro per coprire le spese da settembre a dicembre.

Nel 2025, la somma sarà la stessa per l’intero anno, mentre nel 2026 si prevedono 182.003,76 euro per il periodo da Gennaio ad Agosto. È importante sottolineare che questi finanziamenti provengono direttamente dal bilancio del Comune, senza alcun legame con i fondi del Pnrr o del Giubileo.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati