Laboratorio Analisi Lepetit

Salviamo la Quercia del Quadraro

Il 29 Marzo in via dei Juvenci è caduta la Farnia ma anche se è stato amputata nella sua ampia chioma, l'albero non è morto. Un gruppo su Facebook per mantenerla in vita
di Letizia Palmisano - 14 Aprile 2009

Domenica 29 Marzo verso l’ora di pranzo è caduta la Farnia (Quercus peduncolata) di Via dei Juvenci al Quadraro, probabilmente la più grande Quercia di Roma e con una età stimata intorno ai 400 anni. Una caduta prevedibile dato che la Quercia secolare si trovava su un terreno privato e da diversi anni nessun tipo di manutenzione (rimozione del secco, alleggerimento della chioma) era stato eseguito.

Non solo il proprietario si rifiutava di far entrare tecnici per valutare lo stato di salute dell’immenso albero, ma da qualche tempo, degli extra comunitari abusivi che abitavano in una costruzione fatiscente che si trovava proprio sotto l’enorme tronco della Quercia, hanno iniziato a fare lavori di scavo o costruzione togliendo terra, danneggiando l’apparato radicale dell’albero e mettendolo in condizione di instabilità. Così che durante una giornata particolarmente ventosa (ma neanche più di tanto visto che ad altri alberi non ha fatto nulla) una folata di vento più forte del solito ha investito la folta chioma dell’albero che è così stato spazzato verso terra, crollando su una casa e un muretto adiacente (non prima del rapido fuggi fuggi degli extracomunitari che si trovavano nella casupola che, forse sentendo il terreno vibrare sono riusciti a scappare prima che il tronco rovinando sulla casupola li beccasse in pieno).

Dopo la caduta e l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno alleggerito i rami si è costituito un Comitato di cittadini che con il supporto di un tecnico (un dottore agronomo e una ditta specializzata in grandi sollevamenti) hanno deciso di tentare un’azione di sollevamento e ripristino per far tornare in vita la grande quercia secolare. L’ albero infatti anche se è caduto ed è già stato amputato nella sua ampia chioma, non è morto! Una parte delle sue radici è ancorato bene ancorata al terreno. Le suo foglie sono verdi, segno che è ancora vitale. Un intero quartiere, centinaia di cittadini (quelli che lo sanno, ma molti pensano che ormai la quercia sia morta) quasi 100 iscritti su un gruppo su Facebook si sono uniti per non far morire la Quercia.

Quello che manca è la volontà politica di pensare come necessario per il bene comune questo intervento visto che nell’area privata in questione a suo tempo è stato previsto un parcheggio, e la caduta casuale (che poi casuale non è stata) va a facilitare interessi privati che nella loro immediatezza e limitatezza sono nulli rispetto alla fortuna e all’importanza di avere una quercia di 400 anni in città, che senza nessun problema, se tenuta bene ed amata, può vivere almeno altri cento anni di età.

L’invito alla mobilitazione è per Mercoledì 15 Aprile alle ore 17 nel piccolo parco chiamato Il Giardino dei Ciliegi in Via Filippo Re/traversa Via dei Quintili) dove ci sarà un incontro del Comitato per la difesa della Quercia del Quadraro.

Per maggiori informazioni 339.762.50.85 Facebook Comitato per la difesa della Quercia del Quadraro amicideglialberi@hotmail.com


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti