Soggiorni per anziani a rischio nel XII Municipio

Botta e risposta tra Durastante e Gesualdi
A.M. - 21 Giugno 2010

Il consigliere PD del XII municipio, Domenico Durastante, giorni fa aveva denunciato l’eventualità che centocinquanta anziani del municipio potessero non partire per i soggiorni estivi a causa della mancata approvazione del bilancio comunale.  

"Sicuramente il consigliere Domenico Durastante è male informato. Non sa o, purtroppo, finge di non sapere che il Municipio XII Eur, proprio quest’anno, nonostante i tanti problemi della città noti a tutti, ha incrementato da 180 a 300 il numero degli utenti dei Punti Blu". Così in una nota Gemma Gesualdi, assessore alle politiche sociali e scolastiche del Municipio XII aveva replicato al consigliere del PD.
"Grazie a questo servizio – proseguiva la nota – gli anziani del territorio potranno trascorrere giornate al mare, in compagnia e in allegria, tra giochi di carte e bagni al mare, sempre controllati da un medico competente. Un modo questo per farli sentire in compagnia, grazie ad una formula, che abbiamo riscontrato, esser per loro la più gradita. Non si allontano infatti dalle proprie case e abitazioni e non abbandonano le
proprie abitudini".
"Ironia della sorte, proprio quest’anno per la prima volta, i Punti Blu saranno attivi anche nel mese di agosto, periodo in cui gli anziani si sentono più soli, i figli infatti partono per le vacanze e i centri di ritrovo (bar, bocciofile circoli), chiudono".

Ma la polemica tra l’assessore ed il consigliere è andata avanti anche nei giorni successivi. "I punti blu che l’assessore Gesualdi proclama come un grande risultato delle politiche per gli anziani – ha dichiarato Durastante tornando oggi sull’argomento – non sono altro che una misura palliativa di fronte ad una cassa che piange".

"Vorrei specificare per completezza di informazione che i punti blu non sono i soggiorni estivi per anziani, ma essi prevedono semplicemente una mattina al mare, a giorni alterni, per un periodo di 15 giorni con andata e ritorno in pullman in giornata con evidente stress e fatica a carico degli anziani. I 300 posti (ma in commissione si è parlato di 200) disponibili per quest’anno non sono stati tutti prenotati, forse per l’eccessivo stress di doversi spostare in città con il caldo estivo".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti