Municipi:

Università: Mattia (Pd), Rocca revochi incarico a commissario Lazio DiSco

Frasi xenofobe su studenti stranieri ‘foglia di fico’ per nascondere incapacità amministrativa

Nonostante la presenza del presidente Rocca in aula, oggi non siamo riusciti a sapere se la Regione Lazio si qualifica come ‘razzista’ oppure no. Le dichiarazioni xenofobe del commissario di Lazio DiSco, Ciardi, rilasciate sugli studenti stranieri in una sede istituzionale, e riconosciute anche dall’assessore Maselli come ‘un’espressione che probabilmente si poteva evitare’, sono incompatibili con la sua carica e, oltre a rappresentare un danno di immagine per la Regione per il loro carattere discriminatorio, sono una ‘foglia di fico’ per nascondere l’incapacità amministrativa nel risolvere i problemi concreti.

Non si possono strumentalizzare gli studenti stranieri per giustificare lo stato di degrado degli alloggi universitari e la mancanza di fondi per le borse di studio. Sappiamo tutti che le blatte provengono dalle fogne e non, come ha dichiarato il commissario Ciardi, dal fatto che ci sono studenti stranieri ‘con un’educazione sanitaria diversa’.

La forma è sostanza, così come le criticità che scontano le nostre studentesse e i nostri studenti universitari. Ribadiamo pertanto la necessità che la Giunta Rocca revochi l’incarico al commissario di Lazio DiSco Ciardi”.

Così la consigliera regionale Pd del Lazio, Eleonora Mattia, a margine dell’interrogazione, cofirmata dal consigliere Marotta (Avs), svoltasi oggi in aula alla Pisana sulle gravi frasi xenofobe rilasciate dal Commissario di Lazio DiSco Ciardi, durante le audizioni con le associazioni studentesche in Commissione Istruzione e Diritto allo studio.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati