XIII Municipio: al via gli interventi per la rimozione dei cartelloni abusivi

Bordoni: "lotta dell'amministrazione comunale contro l'abusivismo"
Enzo Luciani - 9 Aprile 2009

L’Assessore alle Attività Produttive, Lavoro e Litorale Davide Bordoni ha dato il via la mattina di giovedì 9 aprile agli interventi di rimozione dei cartelloni pubblicitari abusivi sul territorio del XIII Municipio. La bonifica, programmata a distanza di una settimana dall’approvazione del nuovo regolamento comunale sulle Affissioni e Pubblicità, sarà realizzata alla presenza di due pattuglie di vigili urbani. I lavori sono iniziati con la dismissione di un impianto di 4 metri per 3 a via Aristide Carabelli a Ostia e proseguiranno in diversi punti del territorio, tra cui Acilia e Dragona. Nei prossimi giorni 16 impianti saranno rimossi a Ostia, 10 all’Infernetto, 15 lungo la Colombo: i lavori proseguiranno anche dopo le festività pasquali e in tutto saranno 75 i cartelloni, di varie dimensioni, che saranno dismessi.
L’intervento di bonifica si inserisce nella campagna di contrasto all’abusivismo che negli ultimi sei mesi ha portato i vigili urbani a elevare 112 verbali e alla rimozione di 93 impianti sui 165 irregolari segnalati nel XIII Municipio: con i lavori avviati oggi saranno completate le rimozioni dei rimanenti impianti abusivi. Per la prima volta, inoltre, le multe per gli impianti abusivi non saranno recapitate solamente al titolare dell’impianto, ma anche alle aziende pubblicizzate.

“I lavori avviati oggi – ha dichiarato l’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni – si inseriscono nella lotta che l’Amministrazione Comunale sta portando avanti da mesi contro l’abusivismo. Da maggio scorso sono stati rimossi oltre 5.000 impianti pubblicitari abusivi su tutto il territorio comunale, mentre da gennaio sono stati emessi, anche alle aziende pubblicizzate, 270 verbali. Saranno poi regolamentati gli impianti fino ad oggi non censiti perché presenti su strade ex Anas o ex provinciali, ora trasferite al Comune. Con il nuovo regolamento sulle affissioni e pubblicità, approvato dal Consiglio Comunale il 30 marzo scorso, sarà possibile migliorare il decoro urbano, aumentare la lotta all’abusivismo e all’evasione del canone pubblicitario, al punto che in pochi mesi abbiamo aumentato del 30% le entrate dalle affissioni”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti