Blitz di ‘finti poliziotti’ presso la sede di Eutelia

L'irruzione è stata effettuata dall'amministratore delegato e da altre 15 persone
Enzo Luciani - 11 Novembre 2009

La mattina di martedì 10 novembre, all’alba, l’amministratore delegato di Eutelia SpA si è recato presso la sede della società in via Bona, attualmente occupata dai lavoratori in lotta, fingendosi un poliziotto e insieme ad altre 15 persone ha intimato, ai dipendenti, di dare le proprie generalità. Riconosciuto da alcuni dei suoi vecchi dipendenti, però, è stata prontamente avvertita la Polizia che è immediatamente intervenuta portando via il dirigente Eutelia e cercando di riportare la calma tra i lavoratori sconvolti per l’accaduto. «Un’ irruzione inquietante interrotta fortunatamente dall’immediato intervento delle forze dell’ordine. Recatomi sul posto, con una delegazione abbiamo svolto dei sopralluoghi per accertarci che non ci fossero danni all’interno della struttura a tutela dell’erogazione del servizio e dei lavoratori, che con grande senso di responsabilità non hanno accettato provocazioni dagli incursori». Lo ha affermato in una nota Daniele Ozzimo, consigliere comunale Pd e vicepresidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Roma. «Ritengo necessario ora che venga fatta chiarezza su quanto accaduto – aggiunge – Ringraziamo inoltre le forze dell’ordine per essersi prontamente recate sul posto evitando la degenerazione di una situazione che per l’aggressività perpetrata dai finti poliziotti nel tentativo di intimare l’uscita dei lavoratori avrebbe potuto causare danni a cose e persone. Chiediamo al sindaco Alemanno, e alla luce di quanto successo stanotte, di ricevere al più presto una delegazione di lavoratori per prendere coscienza ed affrontare, finalmente, una situazione che rischia di gravare su molte famiglie romane già messe in difficoltà per la crisi economica in atto».

Ciò che è accaduto ha ovviamente aumentato la rabbia di tutti i lavoratori che non ricevono lo stipendio e che non riescono ad ottenere una soluzione alla propria vertenza, soprattutto un intervento diretto da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri. “Appena abbiamo saputo dell’accaduto ci siamo subito mossi, affinchè i lavoratori non venissero lasciati soli in un momento così delicato” queste le parole di Emiliano Sciascia, consigliere PD V Municipio, “soltanto venerdi scorso il consiglio del V Municipio aveva approvato, all’unanimità di tutte le forze politiche, un Ordine del Giorno che chiede un intervento urgente al fine di risolvere questa intricata vicenda. Quanto avvenuto questa mattina aggrava sicuramente una situazione già molto tesa e delicata”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti