Il 9 giugno, proseguono le lezioni on-line del prof. Antonio Saccà

Secondo ciclo, sul tema: “Sociologia delle Religioni”
Pericle E. Bellofatto - 6 Giugno 2021

Proseguono, senza soluzione di continuità, le lezioni settimanali, on-line (in attesa della riapertura dei centri culturali), del prof. Antonio Saccà che, mercoledì prossimo, continuerà il secondo ciclo, dedicato alla “Sociologia delle Religioni.

Il tutto organizzato dell’Associazione di promozione sociale “Il Veliero Azzurro”, presidente il prof. Michele Evangelista.

Dopo avere affrontato la religione dell’antica Roma, l’Ebraismo e il Cristianesimo, mercoledì prossimo, 9 giugno 2021 (sempre dalle ore 18.30 in poi), la lezione sarà dedicata ad un’altra religione monoteista: l’ “Islam”; poi, a seguire, tempo a disposizione permettendo, si parlerà  delle “Eresie”.

L’Islam, come l’Ebraismo e il Cristianesimo, è, come detto, una religione monoteista. Manifestatasi per la prima volta nella penisola araba, nella cittadina higiazena della Mecca, nel VII secolo dell’era cristiana, ad opera di Maometto, considerato dai musulmani l’ultimo profeta portatore di legge, «sigillo dei profeti», inviato da Allah al mondo per ribadire definitivamente la rivelazione, annunciata per la prima volta ad Adamo, il primo uomo e il primo profeta.

Dopo di che, verrà affrontato il tema delle Eresie; dottrine considerate come devianti da un movimento religioso appartenente alla stessa tradizione.

Il termine “eresia”, fuori dall’ambito religioso, viene utilizzato in senso figurato per indicare un’opinione o una dottrina filosoficapoliticascientifica o persino artistica in disaccordo con quelle generalmente accettate come autorevoli

Tra i principali personaggi eretici italiani, ricordiamo Galileo Galilei, processato perché, sostenitore della teoria copernicana “eliocentrica” sul moto dei corpi celesti, in opposizione alla teoria geocentrica, sostenuta dalla Chiesa cattolica. Il processo iniziò a Roma il 12 aprile 1633 e si concluse il 22 giugno 1633 con la condanna per “veemente sospetto di eresia” e con l’abiura forzata, da parte del Galilei, delle sue concezioni astronomiche, poi rivelatesi esatte.

E, ancora, Giordano Bruno. Dopo l’arresto del filosofo, avvenuto a Venezia il 23 maggio 1592 e il suo trasferimento nelle carceri romane dell’Inquisizione il 27 febbraio 1593, il processo si concluse il 17 febbraio 1600 con la condanna al rogo per eresia, eseguita in piazza Campo dei Fiori, a Roma, dove si trova una sua famosa statua (in una delle due immagini).

Dar Ciriola

Ma si parlerà di tanti altri e tanto altro ancora.

Coloro che intendono partecipare alle lezioni on-line, debbono comunicare la propria e- mail ed il telefono cellulare a: ilvelieroazzurro@libero.it.

 

Notizie ed immagini tratte da Wikipedia

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti