Categorie: Politica

Seduta del Consiglio del IV Municipio del 25 maggio

Attività del Centro Culturale “Gabriella Ferri” e attività produttive al centro del dibattito odierno. Approvata mozione sul locale in via Galla Placidia

La seduta di Consiglio del 25 maggio si è aperta con la discussione in merito ad una interrogazione presentata dal Consigliere Fabrizio Montanini (Lega) in merito al Centro Culturale “Gabriella Ferri” (zona Largo Beltramelli).
Nella sua esposizione Montanini, nel ricordare che il centro risulta ormai sostanzialmente chiuso da 2 anni, ha rappresentato la richiesta pervenuta da diverse associazioni di poter utilizzare la struttura per attività di interesse territoriale.
Si è al tempo stesso dichiarato soddisfatto per aver constatato che, nella giornata precedente, è stato pubblicato il bando per l’utilizzo del centro, chiedendo contemporaneamente se fosse stato possibile modificare il bando in alcuni suoi punti al fine di adattarsi alle richieste pervenute da alcune associazioni territoriali.

Presente in aula per rispondere a tali quesiti l’Assessore alle Politiche Culturali Maurizio Rossi, il quale ha esordito sottolineando che già da tempo era intenzione del Municipio riaprire al più presto le strutture culturali del territorio, come testimonia ad esempio il percorso di riapertura di Villa Farinacci già partito, e che dovrebbe portare nei piani della Giunta al suo utilizzo durante l’estate romana, ospitando attività ed eventi culturali.

Per quanto riguarda il Centro Gabriella Ferri, l’Assessore ha tenuto a precisare che il bando è partito in ritardo poiché l’Amministrazione ha ritenuto prioritario dare la precedenza al bando relativo ai 100 anni per Pasolini. Proprio in tal senso, si è sottolineato come però il Centro Ferri sia stato considerato all’interno delle attività celebrative per Pasolini, poiché 5 giornate letterarie – a partire dal 6 giugno – vedranno il loro svolgimento proprio all’interno del Centro Culturale.
Il bando attuale, inoltre, poiché ha una durata limitata al secondo semestre del 2022, prevede nei mesi di luglio e agosto la presenza di attività previste con un taglio più didattico vista la concomitanza della fine dell’anno scolastico.
Infine, sempre nell’ambito delle attività legate al bando in corso, l’Assessore Rossi ha informato il Consiglio che il prossimo 18 settembre, in concomitanza con la ricorrenza degli 80 anni dalla nascita di Gabriella Ferri, l’Assessorato organizzerà un evento che possa appunto omaggiare l’artista romana.

L’Assessore ha quindi terminato il suo intervento informando che, per quanto riguarda il bando in corso, tale provvedimento sarà difficilmente modificabile visto il suo breve orizzonte temporale che ne prevede la scadenza a dicembre; il 2023 invece vedrà l’emissione di un nuovo bando che a quel punto riguarderà tutto l’anno, quindi sarà sicuramente più completo e diversificato, coinvolgendo eventualmente tutte le associazioni e le realtà del territorio.

Terminata la discussione si è quindi passati all’esame di una proposta di deliberazione comunale in materia di occupazione di suolo pubblico, che prevedeva alcune proroghe e modifiche rispetto al regolamento vigente. Nell’esporre la proposta, la Presidente della Commissione Attività Produttive Annalisa Garofalo (Lista Civica Gualtieri), informando l’aula del parere negativo da parte della Commissione da lei presieduta, ha evidenziato diverse criticità in seno al provvedimento, sia per quanto riguarda la procedura prevista del silenzio assenso in caso di mancata risposta dagli uffici preposti entro il termine di 15 giorni – considerato un lasso temporale troppo corto per riuscire ad evadere tutte le richieste da parte degli uffici – sia per quanto riguarda la proposta di aumento della cubatura fino al 70% rispetto agli spazi attualmente occupati.

La Consigliera Sarah Pelliccia (PD), nell’annunciare il voto contrario del proprio gruppo, ha però tenuto a sottolineare come tale argomento sia sicuramente meritevole di un esame più approfondito, da effettuare con il coinvolgimento degli uffici e dei soggetti interessati, attraverso uno studio che debba concludersi con una delibera ad hoc che vada a modificare il regolamento delle attività produttive, e non debba quindi risolversi nella semplice presentazione di una mozione politica presentata in consiglio comunale.

In conclusione dei lavori, il Consiglio si è quindi espresso in merito ad una mozione (presentata anch’essa dal Consigliere Montanini) con cui l’aula ha affrontato le problematiche registrate in questi mesi – tramite esposti, richieste di intervento e lamentele – da parte della cittadinanza del quadrante di via Galla Placidia, che lamentava problemi di vivibilità e mancanza di sicurezza dovuti all’attività di un locale commerciale che ha creato continui disagi alla popolazione, per motivi che andavano dal mancato rispetto degli orari notturni di termine dell’attività musicale a problemi di sicurezza dovuti alle numerose auto che hanno creato molti pericoli percorrendo la viabilità contromano per recarsi al locale in questione.
Dopo aver registrato l’impegno del Presidente Umberti e dell’Assessore Bacchetti – impegno sottolineato in prima persona dal consigliere di opposizione Montanini – che in questi mesi si sono comunque impegnati in prima persona per la soluzione delle diverse criticità, l’aula ha quindi votato all’unanimità una mozione al fine di poter mettere in campo tutte le azioni possibili per risolvere la problematica in questione.

Catering a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati