Laboratorio Analisi Lepetit

Tirato a lucido il Parco di Tor Sapienza

Dopo la nostra segnalazione del 9 aprile l'assessore Santino D'Ercole è intervenuto presso il Servizio Giardini
di Alessandro Moriconi - 16 Aprile 2009

Il nostro articolo sul parco di Tor Sapienza nel quale documentavamo un totale stato di abbandono, ha colpito nel segno.
L’assessore all’ambiente del Municipiodi Roma 7 Santino D’Ercole ci ha comunicato che a seguito della nostra denuncia si è immediatamente attivato con il Servizio Giardini municipale per ridare al parco l’aspetto che un parco deve avere.

Ci siamo recati immediatamente sul posto e abbiamo potuto constatare che quella dell’Assessore non era la solita promessa. Erba tagliata, residui delle potature effettuate portate via e ancora, il campo di pallacanestro segnalato (la responsabilità della sospensione dei lavori è del XII Dipartimento) e la pericolosa buca coperta da un enorme masso (non il massimo se l’erba dovesse ricrescere senza essere tagliata puntualmente).
L’aspetto quindi è molto migliorato ed i pericoli liminati o segnalati.
Che dire se non che questa è la politica che più i cittadini apprezzano… quella del fare.

Intendiamoci, non è che con poche ore di lavoro che il Servizio Giardini (da anni con un organico insufficiente) ha dedicato al parco di Tor Sapienza, questo sia stato trasformato in una sorta di villa Borghese. Certo è che adesso coloro che risponderanno all’iniziativa della " ginnastica dolce nel parco " che si svolge il sabato e la domenica, lo potranno fare in un contesto sicuramente diverso.

Alcuni ragazzi, frequentatori del parco ci hanno suggerito di utilizzare il lungo muro di confine con la scuola per relizzarci dei graffiti artistici, richiesta che noi di Abitare a Roma giriamo volentieri al VII municipio.

La nostra passeggiata nel bonificato parco non è ancora finito… quando una telefonata dell’assessore D’ercole ci comunica di aver dimenticato di informarci… che nei prossimi giorni nel parco sarà riattivata anche l’illuminazione.
Che dire… se non che questa volta siamo veramente soddisfatti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti