Torpignattara. Nuova pietra d’inciampo in ricordo del partigiano Adolfo Bonfanti

Francesco Sirleto - 10 Gennaio 2023
È stata installata questa mattina 10 gennaio 2023 in via Fausto Pesci, a Torpignattara, davanti al civico n. 27, una nuova pietra d’inciampo, in ricordo del partigiano Adolfo Bonfanti. Promotori dell’evento: Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros, organizzatori Arte in Memoria e autori della ricerca Stefania Ficacci e Riccardo Sansone.
Adolfo Bonfanti, operaio, nato nel 1907 morì assassinato nel Nord Italia il 12 ottobre 1944, durante uno scontro a fuoco con i tedeschi.
Bonfanti, in realtà, era stato catturato nel rastrellamento del Quadraro del 17 aprile del 1944 ma, nel corso del viaggio che lo avrebbe dovuto portare in Germania a lavorare come manodopera schiavile in una fabbrica chimica tedesca, era riuscito ad evadere dal treno e a raggiungere una formazione armata partigiana nella valle padana; aveva quindi proseguito quella attività di combattente, già iniziata a Roma all’indomani dell’8 settembre 1943, fino alla sua uccisione avvenuta nell’ottobre successivo, nei pressi di Brisighella (provincia di Ravenna).
In ricordo di Adolfo Bonfanti e di altri 4 partigiani del Quadraro (Goffredo Romagnoli, Gastone Gori, Leonardo Buttice’ e Gaetano Butera), già nell’aprile del 1945, in via dei Lentuli 26, era stata installata una targa in marmo, tuttora esistente, a cura dell’ANPI Comando Ottava Zona. Una targa, quella in via dei Lentuli, che presenta una particolarità: i nomi sono posti in ordine alfabetico, ma a cominciare dall’ultimo.
Un’altra targa che, tra molti nomi, riporta anche il nome di Bonfanti, è in piazza Santa Maria in Trastevere, nel quartiere cioè dal quale egli proveniva prima di trasferirsi in via Fausto Pesci, nel lontano (a quei tempi) quartiere di Torpignattara. Bonfanti, insieme a Romagnoli, Butera e Buttice’, si era specializzato nelle azioni di sabotaggio contro aerei e convogli ferroviari tedeschi, all’interno dell’aeroporto di Ciampino e lungo la linea ferroviaria Roma-Napoli.
Alla cerimonia di questa mattina, presenti le autorità del V Municipio a cominciare dal Presidente Mauro Caliste, hanno partecipato numerosi cittadini del quartiere nonché alcune classi del vicino istituto comprensivo di via Camillo Manfroni.
Ecce Vinum

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti